23 Luglio 2024

Il giornale di Cinisello Balsamo e Nord Milano

Sanità e cooperazione. “Poliambulatori del Sole eccellenza in crescita”

Il benessere delle persone rimane uno degli obiettivi principali di UniAbita. Un benessere che non passa solo da un’attenzione nella qualità dell’abitare ma anche nell’efficienza dei servizi alla persona. Continua così l’impegno di UniAbita che la vede coinvolta in una nuova fase di sviluppo In un momento in cui la sanità è un tema pubblico di grande centralità e ha bisogno di risposte efficaci, ancora una volta è dal mondo cooperativo che arrivano soluzioni alternative.

Come sta succedendo anche nell’evoluzione che il Consorzio Il Sole sta vivendo, che vedrà comunque presente UniAbita e le altre cooperative di abitanti ma con un impegno diverso rispetto al passato. L’entrata in gioco di Anteo, a sua volta cooperativa sociale con un’esperienza nazionale collaudata nei servizi socio sanitari complessi, e la costituzione di un nuovo Consorzio, che vedrà coinvolte altre cooperative territoriali, garantiscono il futuro dei Poliambulatori e la continuità del prezioso lavoro di cura.

 “I poliambulatori sono un’eccellenza per i servizi alla persona nel Nord Milano, una realtà in crescita, che investe nelle tecnologie per offrire soluzioni innovative e una cura che sia sempre all’avanguardia-spiega il Presidente di UniAbita Pierpaolo Forello – senza dimenticare il valore dei servizi di prossimità, che ne fanno un punto di riferimento per chi vive a Cinisello Balsamo, per tutti quei servizi che richiedono vicinanza o una frequenza periodica, come l’infermiere di prossimità o il punto prelievi”.

Nei suoi trent’anni di vita, infatti, i Poliambulatori continuano a distinguersi per la qualità dell’offerta: basti pensare al servizio odontoiatrico da sempre presente e che vede nello staff anche docenti universitari per garantire un’offerta sempre in prima linea; o alla cardiologia e ginecologia, che sono tra le prestazioni più richieste. “Ma il futuro è una cura sempre più multidisciplinare, che possa avere una visione del paziente a 360 gradi, che non si limiti alla diagnosi ma ne indaghi meglio le cause. La persona è sempre più al centro per un approccio su misura e non standardizzato”, continua Forello.

Ne sono un esempio il Centro dei disturbi alimentari-che lavora molto con le scuole del territorio, anche in un’ottica di prevenzione- o con quello neurologico riabilitativo, dove al neurologo si affianca, tra l’altro, il fisioterapista e il logopedista. È un approccio alter[1]nativo che permette ai Poliambulatori di distinguersi e poter guardare avanti. Il futuro è anche innovazione, come dimostra, ad esempio, il recente acquisto di una pedana propriocettiva, che lavora appunto sul sistema propriocettivo delle persone da cui dipendono la postura ed equilibrio.

Considerando il continuo incremento della popolazione anziana e l’aumento dei soggetti che praticano sport e vanno incontro ad infortuni, è stato deciso di investire su questa tecnologia avanzata. Il futuro è anche nei tanti progetti, che saranno possibili grazie a un bi[1]lancio che indica il Consorzio in salute. “La chiusura in positivo è sintomo che i Poliambulatori-ma anche le Residenze del Sole- sanno rispondere con efficienza ai bisogni della comunità, che chiede una cura stabile ed efficace a cui affidarsi. La risposta è e sarà Poliambulatori Il Sole”, conclude il Presidente di UniAbita.

Redazione "La Città"

Articolo precedente

Centri estivi nella bufera. “Ennesima presa in giro, i soldi ci sono”

Articolo successivo

Paderno e Cusano in bilico. Attesa per i ballottaggi di domenica

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *