23 Luglio 2024

Il giornale di Cinisello Balsamo e Nord Milano

Il verde di oggi e quello di un anno fa (prima delle elezioni amministrative)

Sta destando numerose polemiche la condizione del verde in alcune zone di Cinisello Balsamo. Tanto che lo stesso sindaco ha deciso di rassicurare la cittadinanza con un comunicato dove, insieme con l’assessora Daniela Maggi, annuncia che presto si provvederà agli sfalci. E che la colpa di questi ritardi è dell’ormai famigerato lodo-gas e delle ricadute finanziarie sulle casse comunali della contesa sulle reti.

Come per gli aumenti di Imu e Irpef e delle tariffe dei centri estivi anche in questo caso la giunta di destra giustifica il rallentamento del servizio di taglio del verde con il debito accumulato. Tuttavia le opposizioni hanno più volte fatto notare che i soldi ci sono perché gli aumenti delle tasse di oltre 2 milioni di euro coprono di gran lunga la rata del mutuo, che si stima sia attorno ai 370mila euro ed è probabile che si riduca ulteriormente perché nel frattempo il valore del mutuo (che non è neanche sicuro sia effettivamente aperto nel 2024) è sceso di ben 3 milioni di euro.

Ma intanto l’erba attende ti essere regolata. Come accadeva fino allo scorso anno, durante la primavera che precedeva le amministrative che hanno riconfermato la destra alla guida della città. Allora, come indica la foto, la nuova rotatoria di via Marconi era in perfetto ordine, come molti altri spazi verdi. Mentre oggi, dopo un anno dalle elezioni, è tutta un’altra storia.

Redazione "La Città"

Articolo precedente

Addio a Stefano Malinverni, campione dei 400 metri

Articolo successivo

Centri estivi nella bufera. “Ennesima presa in giro, i soldi ci sono”

Un commento

  • Ma guarda ora vi accorgete che come facevate voi prima di ogni elezione metteva te a. posto ogni cosa e adesso lo rinfacciate a questa giunta e il gioco delle parti oggi a te domani a me sempre più patetici

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *