23 Luglio 2024

Il giornale di Cinisello Balsamo e Nord Milano

Lisa l’estetista per passione che illumina la “Vie en rose”

Lisa Sut, aveva solo 17 anni quando la sua passione per l’estetica è diventata una professione. Ha lavorato con impegno. È diventata estetista professionista. Ambiva all’indipendenza economica, cercando sempre di migliorarsi. Non si è mai accontentata di essere solamente “capace”. Pur di progredire frequentava corsi e continuava nella pratica. Voleva dare il meglio di sé e accumulare esperienza. Tanti i sacrifici sopportati, fino alla nascita del terzo figlio, quando ha dovuto smettere di lavorare per fare la mamma. Una scelta obbligata e sofferta perché Lisa amava moltissimo il suo lavoro, ma prendersi una pausa è stata una benedizione.

“I miei bambini li ho cresciuti da sola. Non è stato facile – ci confida Lisa – ma mi ha dato grandi soddisfazioni. Fare la mamma è impagabile e se tornassi indietro rifarei tutto”. Lisa, alla soglia dei cinquant’anni, nel 2019, ha riaperto la sua attività. Lo ha fatto, in via Mariani 25. Lungo la cosiddetta “Vie en Rose”, perché le attività presenti in quella strada di Balsamo, sono tutte gestite dal gentil sesso. Le sue grandi aspettative si sono scontrate con periodo Covid e la forzata chiusura per ragioni di sicurezza. Nonostante tutto, Lisa Sut, non si è scoraggiata.

Per lei la vita non era stata tenera e l’emergenza pandemica rappresentava solo uno dei molti ostacoli da superare. Lisa lo ha fatto con slancio. “Le paure erano tante ma ero forte dell’amore dei miei figli – sottolinea – mi hanno dato la forza per non ab[1]battermi”. Oggi è orgogliosa delle scelte fatte. Si sente realizzata come mamma e come donna e sprona chiunque a superare i propri limiti, “a non farsi spa[1]ventare dalle difficoltà, quelle non mancano mai – dice – bisogna vincere la timidezza e la paura di non riuscire, o quantomeno, bisogna provarci”.

Stefania Vezzani

Collaboro col giornale dal 2013. La mia indole, allegra e cordiale, mi aiuta ad affrontare la vita con ottimismo.

Articolo precedente

Gli “Amici di Villa di Breme” celebrano il poeta romantico Byron

Articolo successivo

Centri estivi. I genitori chiedono aiuto la giunta di destra risponde: “Lodo-gas”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *