23 Luglio 2024

Il giornale di Cinisello Balsamo e Nord Milano

Ex Kanthal, via Alberti diventerà a quattro corsie. Protesta il PD

Il raddoppio delle corsie di via Alberti, da due a quattro e una nuova rotatoria. Sono i lavori inseriti nel piano di riqualificazione dell’area dismessa ex Kanthal di Cinisello Balsamo, deliberata dal consiglio comunale. Area dove sorgerà un nuovo ipermercato. Opere viabilistiche che però sono destinate a mangiarsi una parte del parco agricolo Grugnotorto e che incontrano la contrarietà del Partito Democratico.

“L’Amministrazione comunale ha chiesto all’operatore privato, che riqualifica la sua area dismessa, anche di raddoppiare la via Alberti con circa un milione di euro di risorse pubbliche. Con altri 500 mila euro, inoltre, dovrà realizzare una rotatoria in prossimità del centro commerciale propedeutica alla futura realizzazione della “Campana”, una strada nel parco del Grugnotorto che costeggia l’edificato per unire l’ingresso a nord della Città con via Alberti”, afferma il Capogruppo del Partito Democratico Marco Tarantola.

“Già nel novembre 2023, come PD, ci siamo sostituiti al Sindaco e all’Assessore presentando ai cittadini di Bellaria e Sant’Eusebio il progetto di trasformazione dell’area dismessa. Non è solo un problema di corretta e giusta comunicazione istituzionale ma anche l’occasione per avere suggerimenti e proposte e, soprattutto, per far partecipare in positivo la cittadinanza ai cambiamenti che riguardano il proprio quartiere”.

Dall’incontro con i cittadini – dicono dal PD – sono emerse opinioni, proposte e domande che si sono trasformate in ben 59 osservazioni che hanno obbligato l’Amministrazione comunale a pronunciarsi in Consiglio comunale nella fase di approvazione definitiva del progetto in variante al PGT. Chiusa nel palazzo, però, la maggioranza di destra non ha accolto praticamente nessuna delle osservazioni di cittadini e associazioni che chiedevano di investire i soldi pubblici in altre opere piuttosto che nell’allargamento di una strada, come ad esempio la sistemazione dell’area della piscina di via Alberti, la messa in sicurezza degli incroci di via Brunelleschi e Bramante, e tanto altro ancora.

Conclude il Capogruppo Tarantola: “Giunta comunale e maggioranza, con le loro richieste all’operatore privato, sono riusciti addirittura a peggiorare il progetto originale, spendendo soldi pubblici per interventi inutili e dannosi per il Parco del Grugnotorto, un assurdo e un unicum per un Comune che dovrebbe fare scelte per l’interesse, appunto, comune. Peggio di così non si poteva proprio fare!”.

Redazione "La Città"

Articolo precedente

Passerella pronta per la posa. Chiuderà viale Fulvio Testi, ecco quando

Articolo successivo

Voto europeo. Il Nord Milano sorride al centrosinistra

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *