24 Giugno 2024

Il giornale di Cinisello Balsamo e Nord Milano

Passerella pronta per la posa. Chiuderà viale Fulvio Testi, ecco quando

E’ pronta per essere posata la nuova passerella ciclopedonale a scavalco di viale Fulvio Testi, che da viale Romagna a Cinisello Balsamo raggiungerà viale Casiraghi nel comune di Sesto San Giovanni. Lo fa sapere il comune. Anas ha emesso un’ordinanza di chiusura al traffico veicolare del tratto interessato dalle operazioni di varo.

Traffico interdetto dunque tra le ore 20:00 di giovedì 13 giugno 2024 e le ore 06 di venerdì 14 giugno 2024 dal km 8+800 al km 7+600. Nella notte verrà issata la campata del ponte lunga 63 metri e larga 4 metri, che vede due corpi scala e due ascensori ai lati per l’accessibilità delle persone con disabilità.

Un’opera strategica che permetterà, a pedoni e ciclisti, di scalvare agevolmente il viale Fulvio Testi, un’arteria ad alto scorrimento che collega Milano allo Spluga, e di connettere i residenti del quartiere Crocetta di Cinisello Balsamo con i servizi presenti sul lato opposto del viale e con il comune di Sesto San Giovanni. Opera progettata dalla giunta di centrosinistra grazie ai fondi dal piano periferie nazionale nel 2018 ed attesa per tutti questi anni.

Nel dettaglio, l’ordinanza prevede, per chi viaggia in direzione verso Milano: la chiusura della carreggiata sud con uscita obbligatoria in via Matteotti nel comune di Cinisello Balsamo, dal km 8+800 al km 7+600. Il traffico diretto a Milano sarà deviato sulle vie comunali seguendo il seguente percorso: uscita obbligatoria via Matteotti, proseguimento sulla via Stalingrado e rientro in S.S. 36 al km 7+600.

Per chi viaggia in Direzione Monza: chiusura della carreggiata nord con uscita obbligatoria in viale Pier Paolo Pasolini. Il traffico diretto a Monza sarà deviato sulle vie comunali seguendo il seguente percorso: uscita obbligatoria in viale Pier Paolo Pasolini, proseguimento sulle vie Fratelli Gracchi, Cesare Cantù e rientro in S.S. 36 al km 8+600.

L’opera agevolerà gli spostamenti dei residenti di Crocetta attualmente separato da una barriera fisica, garantirà maggiore sicurezza e contribuirà a creare connessioni – ha dichiarato il sindaco Giacomo Ghilardi -. In questi anni abbiamo lavorato per garantire la realizzazione dell’opera, messa in forte discussione a causa dell’aumento dei costi delle materie prime e delle difficoltà incontrate dalle imprese. Grazie alle integrazioni attuate dal Ministero e all’impegno dei nostri tecnici, siamo riusciti a far fronte all’aumento dei costi”.

Redazione "La Città"

Articolo precedente

Voci di giustizia: una mostra sull’assassinio di Giacomo Matteotti

Articolo successivo

Ex Kanthal, via Alberti diventerà a quattro corsie. Protesta il PD

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *