24 Giugno 2024

Il giornale di Cinisello Balsamo e Nord Milano

Scontro sui centri estivi, giunta all’attacco dei genitori: strumentalizzano

“Spiace constatare che le azioni di protesta da parte di alcuni genitori erano già state decise prima ancora di approfondire e sedersi al tavolo per un confronto”, lo scrive la giunta di destra in un comunicato che arriva solo due giorni dopo il confronto tra alcuni assessori e il Comitato Genitori di Cinisello Balsamo, che protesta per il taglio del contributo del comune ai centri estivi, determinando così un aumento rilevante del costo per le famiglie.

“Si tratta di mere forme di strumentalizzazione di fronte alla disponibilità, apertura e trasparenza nelle azioni messe in campo dall’amministrazione, anche alla luce delle difficoltà finanziarie del bilancio comunale”, recita il comunicato che se la prende con i genitori. Il Comitato a fronte del fallimento dell’incontro avvenuto lo scorso 8 maggio ha annunciato un sit-in di protesta davanti al comune per sabato 11 maggio alle ore 16.

L’amministrazione non ci sta e con la nota odierna sottolinea di aver messo a disposizione dei centri estivi un impegno già consistente: “spazi gratuiti per le associazioni che gestiranno le attività ludico-ricreative, sostegno alla disabilità e fragilità e massima disponibilità per la messa a disposizione di risorse ministeriali e regionali o di fondi residui”. Queste le disponibilità comunicate ai rappresentanti del Comitato dagli assessori Maria Gabriella Fumagalli, Riccardo Visentin e Riccardo Malavolta, presenti all’incontro.

Non ci sarà però la copertura dei pasti che venivano garantiti negli anni scorsi grazie ad un fondo ministeriale, ora cessato. L’’Amministrazione sosterrà i costi dei consumi e delle manutenzioni, per un totale di spesa stimato non inferiore a 60mila euro. Non verrà meno il sostegno all’inclusione per bambini e ragazzi disabili e i casi di fragilità segnalati dai servizi sociali attraverso uno stanziamento di 140mila euro alle associazioni.

“Questo stanziamento risulta congruo sulla scorta delle esperienze degli anni precedenti e in relazione ad una stima dei bisogni”, afferma la giunta. Infine l’amministrazione comunale ribadisce la volontà di mettere a disposizione ulteriori risorse che deriveranno dalla partecipazione a bandi ministeriali o regionali, come è accaduto lo scorso anno, e da fondi residui che potranno consentire una forma di sostegno alle famiglie per il contenimento dei costi. A questo proposito gli assessori si sono resi disponibili ad un confronto diretto con i genitori presenti per stabilire insieme i criteri di distribuzione, fermo restando che vi sia una formale delega di rappresentanza della maggioranza delle famiglie cittadine.

Redazione "La Città"

Articolo precedente

Food for profit, film e dibattito questa sera a Cinisello

Articolo successivo

Centri estivi. “Dal 45% al 65%, vergognose le scuse della giunta”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *