24 Giugno 2024

Il giornale di Cinisello Balsamo e Nord Milano

Food for profit, film e dibattito questa sera a Cinisello

Sarà proiettato stasera, venerdì 10 maggio, alle ore 21, allo Spazio Montello dell’Auser Cinisello Balsamo (via Montello, 29 – ingresso gratuito) il film “Food for profit” di Paolo D’Ambrosi e Giulia Innocenzi.

Seguirà un dibattito con Ottavio Grassi, responsabile LAV Monza, Annamaria Manzoni, psicologa, psicoterapeuta e attivista dei diritti degli animali, e con Chiara Peluso, attivista antispecista. A concludere Gaetano Petronio, segretario di Sinistra Italiana Cinisello Balsamo, che organizza la serata

Food for Profit è il primo documentario che mostra il filo che lega l’industria della carne, le lobby e il potere politico. Al centro ci sono i miliardi di euro che l’Europa destina agli allevamenti intensivi, che maltrattano gli animali, inquinano l’ambiente e rappresentano un pericolo per future pandemie.

In questo documentario investigativo con approccio cinematografico, Giulia Innocenzi e Pablo D’Ambrosi ci guidano in un viaggio illuminante e scioccante in giro per l’Europa, dove si confronteranno con allevatori, multinazionali e politici. Con loro una squadra di investigatori che ha lavorato sotto copertura negli allevamenti dei principali paesi europei, svelando la realtà che si cela dietro le eccellenze della produzione di carne e formaggio. A Bruxelles, un lobbista è riuscito a portare con sé una telecamera nascosta là dove le decisioni vengono prese, raccogliendo informazioni sconvolgenti.

Food For Profit non solo mostra l’orrore degli allevamenti intensivi e la connivente protezione politica di cui godono, ma con una squadra di esperti internazionali affronta le principali problematiche legate a questo tipo di produzione industriale: inquinamento delle acque, sfruttamento dei migranti, perdita di biodiversità e antibiotico resistenza.

L’appello del film è forte e chiaro: dobbiamo fermare questo sistema corrotto se vogliamo salvare il pianeta. E noi stessi.

Redazione "La Città"

Articolo precedente

Cordata di associazioni in aiuto agli anziani. Nasce il progetto “Damm a trà”

Articolo successivo

Scontro sui centri estivi, giunta all’attacco dei genitori: strumentalizzano

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *