24 Giugno 2024

Il giornale di Cinisello Balsamo e Nord Milano

Cordata di associazioni in aiuto agli anziani. Nasce il progetto “Damm a trà”

Fare rete per combattere la solitudine che spesso riguarda la vita quotidiana delle persone anziane. Queste le premesse del progetto “Dann a trà” che raggruppa molte realtà del volontariato cinisellese intenzionate a comunicare di più e meglio i servizi della città a disposizione degli over 65, dai centri anziani, all’intrattenimento, dalla salute ai negozi di vicinato.  Tutto sotto il segno della solidarietà e della circolarità delle informazioni.

Si chiama Damm a trà, che in dialetto milanese significa Dammi retta, la nuova proposta cittadina che mette al centro le persone anziane, più fragili, con l’obiettivo di costruire una rete di prossimità e un contributo efficace nel superare la solitudine che spesso accomuna molti ultra sessantacinquenni.

A fare da capofila del progetto, patrocinato dal comune, sono Anteas Cinisello APS, con la collaborazione di Anteas Milano ODV, Auser Cinisello Balsamo, Amici della Residenza del Sole APS, Fondazione Auprema Onlus, Fondazione per la Famiglia Edith Stein Onlus e Marse APS che hanno partecipato al bando del Terzo Settore Triennio 2023-2025 finanziato da Regione Lombardia.

Una nuova opportunità che va in aiuto alle persone ultra sessantacinquenni che a Cinisello Balsamo sono 18.182 e rappresentano il 25% della popolazione residente. Tra i primi strumenti che verranno messi a disposizione troviamo una Carta dei Servizi e un calendario di eventi condiviso con tutte le associazioni. I cittadini saranno anche invitati a compilare un questionario che permetterà di rilevare i bisogni e di conoscere in modo più approfondito le diverse esigenze al fine di creare nuovi servizi.

Il progetto poi punta a coinvolgere i commercianti “amici” che possono diventare in città degli spazi di ascolto e punti di riferimento importanti per i soggetti più fragili. I negozi di prossimità che aderiranno saranno contraddistinti da una apposita vetrofania con la scritta “Ti ascolto”.

Redazione "La Città"

Articolo precedente

La bambola che cura l’Alzheimer al Forum della non autosufficienza

Articolo successivo

Food for profit, film e dibattito questa sera a Cinisello

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *