24 Giugno 2024

Il giornale di Cinisello Balsamo e Nord Milano

Ghirlanda, Casati Stampa e Breme, torna la rassegna “Ville Aperte”

Torna la manifestazione che conduce alla scoperta delle ville di interesse storico-artistico della Brianza e del Nord Milano.
A Cinisello Balsamo gli eventi in calendario prendono il via il 27 aprile.

Villa Ghirlanda Silva: 1-4-5 maggio

Quest’anno si celebrano i cinquant’anni dalla prima apertura ufficiale al pubblico. Da mezzo secolo Villa Ghirlanda Silva è il cuore della città di Cinisello Balsamo, la più conosciuta e partecipata delle tre ville storiche locali. Il primo maggio del 1974 è stata per la prima volta aperta alla cittadinanza e a distanza di cinquant’anni l’amministrazione di Cinisello Balsamo, insieme a tutte le realtà del territorio che hanno collaborato all’interno di questa dimora storica, hanno voluto festeggiare questo anniversario con una serie di iniziative aperte a tutti, inserite all’interno dell’edizione primaverile di Ville Aperte 2024.

IL PROGRAMMA

Per informazioni:
/ 02 66023813
/ 02 660566

Villa di Breme Forno: 27 aprile e 5 maggio alle ore 16.00

Il Bicentenario di Lord Byron e la residenza di Ludovico di Breme
Il percorso guidato prevede la visita agli interni di Villa Breme, nelle sale più significative dal punto di vista storico-artistico: dal Salottino a Mezzodì delle nobildonne, al Salone del Biliardo, al Salone d’onore, decorato da stucchi e bassorilievi neoclassici. Nel Salone d’onore verranno illustrati i personaggi storici e le vicende del periodo napoleonico e proto-risorgimentale che riguardano la villa, oltre ai bassorilievi, raffiguranti scene dell’Iliade con allegorie napoleoniche. Si approfondirà la figura di Lord George Byron per commemorare il bicentenario della sua morte (1788-1824), con un’interessante esposizione di materiali storici. Legato all’Italia, che elogiò per la sua “fatale bellezza”, nel momento dell’autoesilio che lo allontanò definitivamente da Londra, nel 1816, conobbe, come prima tappa del suo soggiorno, Milano e Balsamo, ospite di Ludovico di Breme, intellettuale di spicco nell’ambito della nuova sensibilità romantica italiana ed europea. Condivise con di Breme e gli altri intellettuali del Conciliatore l’ideale di un Paese libero, non oppresso dallo straniero, prima di entrare nella Carboneria con Pietro Gamba, fratello di Teresa Guiccioli, e invocare, alla fine, la libertà della Grecia. Il percorso si concluderà nel giardino, con la ex- citroniera, il timpano napoleonico nel lato sud, la facciata ed il giardino nel lato est.
La visita è condotta da Giuseppina Alessandro e Vittorio Rossin dell’Associazione “Amici di Villa di Breme”, in collaborazione con il Settore Cultura del Comune di Cinisello Balsamo.

Per informazioni:
/ 02 66023813

Villa Casati Stampa – dal 27 aprile al 5 maggio

In tempi non facili parte un messaggio di speranza da Villa Casati Stampa. Visite guidate, incontri con autori e testimoni, mostre, aperitivi, laboratori di giardinaggio per i più piccoli, espositori accanto al progetto di inclusione sociale con protagonisti i giovani e gli adulti diversamente abili della Cooperativa Arcipelago – Anffas NordMilano di Cinisello Balsamo. Durante la manifestazione si raccolgono fondi per il “Progetto Camerun”, adozioni di bambini e ragazzi camerunensi impossibilitati a sostenere l’iscrizione scolastica e l’acquisto di testi didattici.
La manifestazione “Primavera in Villa” è organizzata da: Centro Culturale San Paolo – odv, Società San Paolo, Anffas NordMilano di Cinisello Balsamo all’interno del progetto Cultura Accessibile finanziato da Fondazione Comunitaria NordMilano, in collaborazione con l’Assessorato alla Centralità della Persona e Welfare.

Per informazioni:
/ 346 9633801

Tutti gli eventi sono a ingresso libero.

Emanuele Lavizzari

Dopo un titolo accademico in Lingue e Letterature Straniere ha lavorato in ambito turistico-alberghiero tra Spagna, Italia e Germania. In seguito a un master universitario in ideazione e produzione audiovisiva approda al giornalismo. Ha collaborato con alcune testate locali in Lombardia, prima di giungere all’Associazione Italiana Sommelier Editore, dove attualmente è responsabile del coordinamento redazionale e direttore editoriale della rivista “Vitae”. Ama l’impressionismo musicale, la poesia simbolista e le contaminazioni fra generi nella musica e nella letteratura. Passa agevolmente da una tastiera di pc a quella di un pianoforte, anche se tra i due preferisce decisamente il secondo. Questo è il motivo per cui si è dedicato a ulteriori studi e ha conseguito una laurea magistrale in Scienze della Musica con una tesi sul compositore spagnolo Manuel de Falla. Suoi grandi interessi sono anche l’atletica leggera e la televisione. Ha corso tanti chilometri in pista, su strada e su percorsi campestri e non si è ancora stancato di farlo.

Articolo precedente

“Il cielo è mio”, una storia di speranza in un docufilm al Pertini

Articolo successivo

Nome di battaglia Mirco, l’ultimo partigiano di Cinisello Balsamo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *