25 Maggio 2024

Il giornale di Cinisello Balsamo e Nord Milano

Assistenza a domicilio. Vittoria PD, introdotta la fascia di esenzione

Una fascia di esenzione per le tariffe del servizio di assistenza domiciliare aumentati da 2 a sette euro l’ora. A chiederla e ottenerla, grazie ad un ordine del giorno votato quasi all’unanimità ieri sera in consiglio comunale a Cinisello Balsamo, è stato il Partito Democratico. Sulla spinta delle associazioni che si occupano di disabilità l’opposizione ha costretto la destra ad una retromarcia, anche se parziale, ma comunque significativa che ha modificato il regolamento sovracomunale che regola il servizio di ambito di quattro comuni.

Ci sarà quindi l’esenzione e secondo i dem è un grande risultato. Tuttavia il PD chiedeva anche l’aumento della soglia ISEE sopra la quale viene applicata la tariffa massima, una più generale riformulazione delle tariffe d’accesso ai servizi sociali e l’incremento delle risorse per l’assistenza domiciliare ai più fragili, sia economiche che umane, con assunzioni e stabilizzazioni di assistenti sociali, incremento dei progetti di presa in carico della persona e della famiglia, in stretta connessione con i servizi socio sanitari del territorio (ASST, RSA), con il coinvolgimento del Terzo settore per segnalazioni e monitoraggio.

Argomenti respinti che però aprono un dibattito sul tema dei servizi alla persona e sulle criticità del settore. “L’Amministrazione comunale non ha consentito l’approvazione completa del nostro ordine del giorno ma riteniamo comunque un importante successo che il Consiglio comunale a larghissima maggioranza abbia imposto un mandato chiaro alla Giunta per proporre la modifica al regolamento d’ambito al fine di introdurre una fascia di esenzione per i SAD – afferma il Capogruppo PD Marco Tarantola – abbiamo ragione di ritenere che questa proposta non abbia intoppi perché tutti i comuni dell’ambito sono governati dalle stesse forze politiche che in Consiglio comunale hanno votato a favore e anche perché altrimenti si configurerebbe una imbarazzante sconfitta politica per la nostra Amministrazione che, attraverso l’Assessore Visentin, ha la Presidenza dell’Assemblea dei Sindaci”.

La soglia d’esenzione sarà poi determinata dalle delibere di Giunta di ogni singolo comune ma dovrà collocarsi in una fascia intermedia tra i valori ISEE pari a 0 e 13mila euro.

“È un importante risultato – chiosa il Capogruppo Tarantola – anche perché è una azione che avrà ripercussioni non solo sul Comune di Cinisello Balsamo, ma potrebbe valere anche per tutte le persone nella necessità di richiedere il SAD anche nei Comuni vicini”.

Oltre a questo ordine del giorno, il Consiglio comunale ha accolto anche altre tre proposte del PD che impegnano il Sindaco e la Giunta a implementare una sperimentazione per la raccolta degli oli esausti nei condomini, a stanziare le risorse necessarie per la ristrutturazione e la manutenzione delle palestre scolastiche e l’acquisto degli arredi sportivi, e per l’implementazione di programmi di educazione ambientale nelle scuole e la realizzazione di progetti per la protezione delle api.

Redazione "La Città"

Articolo precedente

Domenica l’attesa StraCinisello Balsamo. Da oggi iscrizioni aperte

Articolo successivo

Social hub firmato Mc Donald’s in dono alle ragazze di Lady Soccer

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *