17 Luglio 2024

Il giornale di Cinisello Balsamo e Nord Milano

Cultura e spettacolo: gli eventi di aprile nel Nord Milano

Il mese in cui si commemora l’Anniversario della Liberazione offre numerose iniziative culturali e di intrattenimento legate anche a questa ricorrenza.

A Cinisello Balsamo la cooperativa UniAbita, in collaborazione con Fondazione Auprema, Generazioni, ANPI e Cooperativa Le Tre Corde, propone una rassegna teatrale in occasione del 25 Aprile dal titolo “Palcoscenici di Resistenza – Storie di valori e memoria”: Stivali a Monte Sole (sabato 6), Airborne (sabato 13) e 9.813 chilometri di memoria (sabato 20). Sempre UniAbita promuove la mostra Lessici familiari – Stereotipi a ogni latitudine per riflettere su discriminazioni, disuguaglianze e violenza di genere (8-12 aprile). Al Pertini procede la Rassegna delle Compagnie Filodrammatiche con L’avvocato dell’uomo degli Argonauti GTR (venerdì 5) e Avevamo tutte un nome di battaglia di Officina teatrale di Mille&UnaVoce (venerdì 12). Il Cineteatro Pax prosegue con i film del Cineweekend e del Cinemerenda. Al Mufoco è in corso la mostra Questo ricordo lo vorrei raccontare di Mario Giacomelli, uno dei grandi maestri della fotografia italiana.

A Sesto San Giovanni il Cinema Rondinella continua il Cinefestival, i migliori film dai più rilevanti festival cinematografici del mondo: How to have sex di Molly Manning Walker (martedì 2), The Holdovers – Lezioni di vita di Alexander Payne (lunedì 8), La zona d’interesse di Jonathan Glazer (lunedì 15), Il ragazzo e l’airone di Hayao Miyazaki (lunedì 22) e Finalmente l’alba di Saverio Costanzo (lunedì 29). Questi e altri titoli sono proposti anche nei Pomeriggi al cinema, mentre per la rassegna La grande arte al cinema si proietta Hopper – Una storia d’amore americana (martedì 9 e mercoledì 10), un docufilm sul pittore statunitense Edward Hopper. Per Il Cinema Ritrovato si riporta sullo schermo la versione restaurata in lingua originale con sottotitoli in italiano del lungometraggio L’arpa birmana di Kon Ichikawa (martedì 9, mercoledì 10 e venerdì 12). La rassegna Arte in villa offre all’interno delle ville storiche della città una serie di eventi per la divulgazione delle arti figurative: C’erano prima anche di Frida Kahlo – Quindici storie di artiste (martedì 9), Impressionismo, le ragioni della luce (giovedì 11) e Colore. Appunti per una storia (sabato 13).

A Cologno Monzese fino al 7 aprile presso Villa Casati è possibile visitare la mostra Donne tra antichi mestieri e nuovi rischi, mentre dal 13 al 21 aprile è allestita la collettiva Ceramiche e sculture. Presso la Biblioteca Civica sono in programma le iniziative dei gruppi di lettura con Un incantevole aprile di Elizabeth von Arnim (mercoledì 17) e Vera. E gli schiavi del terzo millennio di Carmen Lasorella. La stagione del Cineteatro Peppino Impastato è momentaneamente sospesa per lavori di ristrutturazione che si sono protratti più del previsto.

A Bresso il Comune presenta una serie di laboratori dal titolo Esperienze dentro e fuori porta rivolti a piccoli e grandi. Il Cinema Teatro San Giuseppe propone diverse proiezioni all’interno della rassegna 2024 del proprio cineforum: Cento domeniche di Antonio Albanese (giovedì 4), Barbie di Greta Gerwig (giovedì 11) e Oppenheimer di Christopher Nolan (giovedì 18).

A Cusano Milanino continua la X edizione della rassegna musicale I Sabati del Santuario con il pianista Ivano Palma (sabato 6), mentre nell’ambito della manifestazione La musica nel cuore è in programma lo spettacolo Rock Day, un appuntamento con il gruppo Evergreen Project per ripercorrere il pop rock italiano e internazionale degli anni Sessanta, Settanta e Ottanta (venerdì 19). Per la rassegna I Mercoledì della salute è previsto un incontro dal titolo Le nuove frontiere della genetica: il ruolo della medicina predittiva (mercoledì 10). Per il ciclo La storia censurata giovedì 18 aprile è in programma L’altra Resistenza. I militari italiani internati nei campi nazisti, una serata di approfondimento presso la Sala consigliare “Walter Tobagi”. Da tenere in considerazione anche le proposte del Cinema Teatro San Giovanni Bosco e del Teatro Giovanni XXIII.

A Cormano sono varie le iniziative offerte dalla Biblioteca Civica dei Ragazzi rivolte a diverse fasce d’età. Sempre attivo è il Centro Culturale Click Art con particolare attenzione a rassegne di arte contemporanea.

A Paderno Dugnano è ampia l’offerta di film sul grande schermo al centro Le Giraffe e alla Cineteca Milano Metropolis. Gli eventi di Tilane si aprono con Uno, nessuno, centomila il 6 aprile con la presentazione del romanzo Quasi niente sbagliato di Greta Pavan, edito da Bollati Boringhieri. La rassegna Intervallo – Ah quell’amor negato… si rivolge a tutti gli appassionati di letteratura e musica classica con l’intervento di Francesco Metrangolo, accompagnato al pianoforte da Marco Giarratana e dalle voci di Nicola Franchino e Anna Battaia: martedì 30 si affrontano le figure di Paolo e Francesca attraverso le musiche di Sergej Rachmaninov. Proseguono le attività dei gruppi di lettura Passengers per i ragazzi da 14 a 18 anni (mercoledì 17), Finché il caffè è caldo (lunedì mattina ore 10.00) e Parole Rampanti (martedì sera ore 20.45).

Qui / vivono per sempre / gli occhi che furono chiusi alla luce / perché tutti / li avessero aperti / per sempre / alla luce. (“Per i morti della resistenza” di Giuseppe Ungaretti)

Emanuele Lavizzari

Dopo un titolo accademico in Lingue e Letterature Straniere ha lavorato in ambito turistico-alberghiero tra Spagna, Italia e Germania. In seguito a un master universitario in ideazione e produzione audiovisiva approda al giornalismo. Ha collaborato con alcune testate locali in Lombardia, prima di giungere all’Associazione Italiana Sommelier Editore, dove attualmente è responsabile del coordinamento redazionale e direttore editoriale della rivista “Vitae”. Ama l’impressionismo musicale, la poesia simbolista e le contaminazioni fra generi nella musica e nella letteratura. Passa agevolmente da una tastiera di pc a quella di un pianoforte, anche se tra i due preferisce decisamente il secondo. Questo è il motivo per cui si è dedicato a ulteriori studi e ha conseguito una laurea magistrale in Scienze della Musica con una tesi sul compositore spagnolo Manuel de Falla. Suoi grandi interessi sono anche l’atletica leggera e la televisione. Ha corso tanti chilometri in pista, su strada e su percorsi campestri e non si è ancora stancato di farlo.

Articolo precedente

Zero consumo di suolo e grande parco Nord. La giunta verso il nuovo PGT

Articolo successivo

“Solidarietà anti-fascista a Ilaria”. Roberto Salis ospite all’incontro ANPI

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *