16 Luglio 2024

Il giornale di Cinisello Balsamo e Nord Milano

Cani, gatti e criceti nella tomba di famiglia allargata (ma senza foto)

Non più un cimitero per gli animali ma gli animali nel cimitero dei loro padroni. Sarà infatti possibile anche a Cinisello Balsamo tumulare le ceneri di canie  gatti da compagnia nella stessa tomba del loro padrone. La novità, introdotta dalla giunta con una modifica al regolamento per le attività funebri, attesta che per volontà del defunto o su richiesta degli eredi, le ceneri dell’animale da compagnia possono essere tumulate, in teca separata, nello stesso loculo o nella tomba di famiglia del defunto.

Una decisione – dicono dal comune –  in linea con il crescente riguardo maturato sia a livello sociale che giuridico verso la tutela degli animali e la mutata considerazione degli stessi da parte dei padroni tanto da essere considerati “parte della famiglia”. Per assicurare e favorire la continuità di tale rapporto affettivo è stato deciso di concedere la possibilità di tumulare le ceneri degli animali nei manufatti in concessione, nonché di garantire la tutela dell’igiene pubblica, dell’ambiente e della salute. Una possibilità già prevista del resto nel vigente Regolamento della Regione Lombardia all’articolo 29.

Per animali da compagnia si intendono cani, gatti, criceti, uccelli da gabbia e altri animali domestici di piccole o medie dimensioni. La presenza dell’animale dovrà essere riportata nei registri cimiteriali, occorre il certificato di cremazione e che la volontà del defunto o degli eredi dovrà essere espressa mediante dichiarazione scritta da presentare al comune in cui si trova il cimitero di destinazione delle ceneri, mentre sulla lapide o sulla tomba di famiglia non si può esporre fotografie dell’animale da compagnia tumulato o riportare iscrizioni.

“Ancora una volta questa Amministrazione si dimostra attenta e sensibile nel recepire le richieste dei cittadini. La tumulazione degli animali da compagnia, quando morti, insieme ai padroni, è un gesto di attenzione per chi considera il proprio animale un membro a tutti gli effetti della famiglia. Una iniziativa accolta dal Consiglio comunale che ne ha compreso la valenza”. Ha commentato l’assessore ai Servizi cimiteriali Francesco Scaffidi.

Redazione "La Città"

Articolo precedente

Sinistra Italiana, nasce il circolo cittadino. Petronio segretario

Articolo successivo

Calcio, la Promozione sorride alla FC Cinisello

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *