14 Aprile 2024

Il giornale di Cinisello Balsamo e Nord Milano

Tasse, la destra prova a far digerire la stangata: “Il nostro Piano Ghilardi”

Da “Piano Marshall” a “Piano Ghilardi”. Un tantino ambizioso ma la destra ci crede davvero. I partiti della maggioranza che amministra Cinisello Balsamo fanno sul serio e provano a far digerire alla cittadinanza quell’aumento ai massimi della aliquote Irpef e Imu che porterà nelle casse del comune 2,1 milioni di euro al bilancio 2024.

Così la manovrina economica del municipio diventa piano di rilancio con il nome del suo primo firmatario, il sindaco. “Siamo stati costretti ad intraprendere anche alcune scelte impopolari ma siamo convinti che, avendo usato il linguaggio della verità e della trasparenza, siano state poste le basi per il rilancio e la ricostruzione della nostra città, dopo che la scarsa avvedutezza dei governi della sinistra ci hanno lasciato in eredità oltre 20 milioni di euro di debito”, si legge in un comunicato di Lega, Fratelli d’Italia e gli altri aggregati ce sostengono il sindaco.

“L’avevamo denominato “Piano Marshall” ma ora, con il bilancio finalmente approvato, è giusto ribattezzarlo “Piano Ghilardi”: un programma di azioni e interventi, perfettamente studiato e calibrato sulla nostra specificità cittadina da tutta la maggioranza di centrodestra, che trova un giusto equilibrio tra la sostenibilità economica e la necessità di mantenere qualitativamente e quantitativamente elevato il livello dei servizi alla persona e alla famiglia”, recita la nota.

“Siamo particolarmente soddisfatti di alcuni obiettivi raggiunti da questo Bilancio di previsione, redatto pur nelle difficoltà che abbiamo spiegato e affrontato. Priorità è stata data – un esempio tra tanti – al tema della sicurezza urbana, che potrà contare su ulteriori 200.000 euro di investimenti per ampliare il sistema della videosorveglianza. Con soddisfazione constatiamo che settori come le politiche giovanili e i servizi alla persona sono stati tutelati e non registrano depotenziamenti: minori, adolescenti, bisognosi, anziani non avrebbero con noi certo mai potuti essere le vittime sacrificali del malgoverno della sinistra”, concludono le destre.

Redazione "La Città"

Articolo precedente

L’ultimo saluto a Davide Viganò sulle note di Bella Ciao

Articolo successivo

Valeria Lesma resiste e si ricandida. Destra unita a Cusano

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *