13 Aprile 2024

Il giornale di Cinisello Balsamo e Nord Milano

Lorenza Ghidini direttrice di Radio Popolare. “Più spazio a voci femminili”

Quale migliore notizia, a ridosso dalla Giornata Internazionale della Donna, la nomina di Lorenza Ghidini alla direzione di Radio Popolare. Prima donna direttrice editoriale della Radio (che nel 2025 celebrerà il cinquantesimo anniversario della sua nascita). Ora le donne nei ruoli chiave sono due, oltre a Lorenza c’è anche Catia Giarlanzani, che da tempo è l’amministratrice delegata di Errepi Spa.

La candidatura della Ghidini, approvata dall’Assemblea della Cooperativa, è stata fatta propria dal CdA di Errepi Spa. La nomina è stata poi sottoposta al voto di gradimento vincolante dei lavoratori e collaboratori della Radio, con esito favorevole.

Lorenza Ghidini ha iniziato a lavorare a Radio Popolare nel 1998, con l’allora direttore Piero Scaramucci, ricoprendo tutti i ruoli, in particolare, per dieci anni, quello di caporedattrice; ha fatto inoltre parte degli organismi interni di governance di RP. Voce dell’informazione del mattino con la trasmissione Prisma, sostituisce il direttore uscente Alessandro Gilioli.

L’abbiamo raggiunta telefonicamente per porle alcune domande.

Quali idee ha per il futuro della Radio?
Vorrei rilanciare il rapporto col nostro territorio, vorrei che fossimo più visibili, più presenti, che tornassimo a raccontare le cose che vediamo coi nostri occhi e ascoltiamo con le nostre orecchie. Che portassimo in radio voci che difficilmente raggiungiamo, giovani in particolare, anche per uscire dalla nostra “bolla” in cui parliamo a persone che, mediamente, sono già d’accordo con noi”.

Finalmente una donna direttrice, pensa che ci potranno essere più donne nella redazione?
“Certamente la mia Direzione nasce con il preciso impegno di portare un approccio femminile al lavoro, alla cura delle relazioni, alla visione editoriale e culturale che la Radio propone. Vorrei dare più spazio alle voci femminili che già ci sono e, alla conclusione del mio incarico, poter dire che a RP ci sono più donne di quando l’ho preso”.

Nel suo lavoro ha sempre avuto particolare attenzione per la storia, in particolare per la storia della Resistenza e dell’antifascismo. Ha già pensato a nuovi progetti a tal proposito?
“L’antifascismo è una delle colonne portanti di Radio Popolare, per noi si potrebbe dire che il 25 aprile è tutti i giorni. Certamente l’anno prossimo, il 2025, sarà quello dell’80esimo anniversario della Liberazione: proporremo trasmissioni speciali così come abbiamo fatto nel 2015 con la nostra Radio Milano Liberata. Valorizzeremo anche il nostro grande archivio, che conserva le voci dei partigiani, milanesi e non solo, che se ne sono ormai andati. I loro insegnamenti ci accompagneranno in questi che saranno anni di battaglie contro le Destre di Governo e i loro progetti di stravolgimento della Costituzione”.

Lorenza è passione, disponibilità e attenzione, anche nei confronti delle iniziative dei territori. Ricordo in particolare un collegamento in Radio con lei e i nostri studenti, che durante un corteo del 25 Aprile ricordavano le storie di partigiani e deportati. Nel 2016, al Pertini di Cinisello Balsamo, condusse con competenza e simpatia un convegno organizzato per il 70° anniversario del diritto di voto alle donne.

A Lorenza Ghidini gli auguri della nostra Redazione per il suo nuovo incarico.

2016, Il Pertini di Cinisello Balsamo. Convegno per il 70° anniversario del diritto di voto alle donne.
Lorenza Ghidini con la partigiana Mirella Alloisio

Patrizia Rulli

Articolo precedente

8 marzo ricco di iniziative. Ecco come si prepara la città

Articolo successivo

Due nuovi medici della ASST per l’ambulatorio di via Terenghi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *