14 Luglio 2024

Il giornale di Cinisello Balsamo e Nord Milano

La città festeggia i vent’anni del Museo della Fotografia

Si apre oggi con la conferenza stampa di presentazione il week end di festeggiamenti per i 20 anni del Museo della Fotografia Contemporanea di Cinisello Balsamo. Sabato e domenica gli spazi museali in Villa Ghirlanda Silva si apriranno al pubblico con una nuova veste: largo al multimediale e rinnovo degli interni grazie ai finanziamenti del PNRR.

Sabato nella Sala degli Specchi di Villa Ghirlanda (ore 9.30/13), si terrà il convegno dal titolo “La fragilità che è in ognuno di noi” in chiusura del percorso di formazione, coordinato da Diletta Zannelli, responsabile del Servizio educativo del Museo, che ha coinvolto, da settembre a febbraio oltre 200 partecipanti fra studenti e anziani con fragilità cognitive e disturbi dell’apprendimento (BES, Alzheimer, autismo, sindrome di Down) esperti in pedagogia, neuroscienze, psicoterapia, arteterapia e comunicazione per la disabilità, artisti, docenti, genitori in più di 250 ore di lezioni, laboratori, workshop, incontri.

 A chiusura dei lavori, la proiezione del lungometraggio “Ogni cosa ha il suo sguardo” prodotto da ENECE Film: protagonisti i bambini, gli adolescenti, gli adulti e gli anziani, insieme alle artiste Irene Pittatore, Antonella Orlando, Francesca Varagnolo, Rossana Maggi che li hanno guidati, durante il percorso alla scoperta di se stessi, del mondo e delle relazioni attraverso la fotografia, l’arte, la danza, l’incontro con altro e con la comunità.

Intervengono inoltre Elena Lucchini, Assessore alla Famiglia, Solidarietà sociale, Disabilità e Pari opportunità della Regione Lombardia; Giacomo Giovanni Ghilardi, Sindaco del Comune di Cinisello Balsamo; Gabriella Guerci, Direttore del Museo di Fotografia Contemporanea; Diletta Zannelli, Responsabile Servizio educativo del Museo di Fotografia Contemporanea.

In programma gli interventi di Maria Chiara Ciaccheri, museologa, esperta in accessibilità museale, interpretazione e modalità di apprendimento dei visitatori adulti; Silvia Mascheroni, referente ICOM Italia e ricercatrice nell’ambito dell’arte contemporanea e dell’educazione al patrimonio culturale, welfare culturale benessere e cura; Silvia Luraschi, (PhD) pedagogista counselor sistemica e insegnante Metodo Feldenkrais, collaboratrice dell’Università Statale Bicocca; Chiara Lachi, storica dell’arte ed esperta in educazione e mediazione del patrimonio culturale, socia fondatrice de “L’immaginario”; Carlo Riva, direttore L’Abilità Associazione Onlus, Responsabile di progetti innovativi e sperimentali per l’inclusione e la salute del bambino con disabilità e della sua famiglia; Stefano Benzoni, specialista in Neuropsichiatria dell’Infanzia e dell’Adolescenza.

E con le artiste Irene Pittatore, artista visiva, progetti site specific; Antonella Orlando, arte terapeuta, educatrice; Francesca Varagnolo, direttrice artistica e coreografa della compagnia “Eloise e loro”; Rossana Maggi, artista poliedrica e sperimentatrice che interagisce con l’arte contemporanea, dalla scenografia teatrale alla didattica dell’arte.

Redazione "La Città"

Articolo precedente

Zone 30 anche in periferia. “Così la città è davvero sostenibile”

Articolo successivo

Manca il medico di base, “intervenga il comune” e scatta la petizione

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *