13 Aprile 2024

Il giornale di Cinisello Balsamo e Nord Milano

Uno sportello per tutti i tipi di famiglia?

Caro Sindaco,

Bene l’inaugurazione di oggi del CB Family Point che dota la città di un servizio in grado di essere uno spazio di ascolto e condivisione, libero e gratuito, come punto di supporto alle famiglie, dove trovare aiuto rispetto alle difficoltà più disparate: di natura organizzativa, esistenziale, domestica, spesso dettate da solitudine e isolamento; da problemi di conciliazione dei tempi famiglia–lavoro; nell’accudimento dei figli o nella gestione di persone fragili (anziani o disabili); da problemi di comunicazione all’interno e al di fuori della famiglia; per sopraggiunte difficoltà legate alla separazione e/o al divorzio; ma anche per situazioni di maltrattamento e di violenza domestica.

Quello che però non viene specificato nella comunicazione del Comune è se per famiglia si intende tutti i tipi di famiglie.

Si perchè non esiste solo la famiglia tradizionale ma anche quella omogenitoriale (due padri o due madri) oppure quella composta solo da una persona (in poche parole da un single).

I Cinisellesi in questi sono molto più avanti di chi li governa. Da tempo, infatti, la nostra città registra diverse sensibilità su questo tema e per questo motivo le amministrazioni precedenti avevano aderito alla Rete Re.a.dy.

Per questo leggendo sul suo profilo Facebook questa bella notizia mi viene d’istinto chiedermi se si tratta di un servizio per tutti i tipi di famiglia. Io ho paura di no ma spero di essere al più presto smentito.

Gaetano Petronio

Articolo precedente

Il cantiere anti-umarell di via Roma. Reti oscurate e lavori a rilento

Articolo successivo

Aurevoir Sòfia, una band emergente nel panorama dell’hinterland milanese

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *