20 Giugno 2024

Il giornale di Cinisello Balsamo e Nord Milano

Arriva Report e il sindaco perde le staffe: “A me non mi frega un cazzo”

“Se devi fare un’intervista per andare in culo a qualcuno mi sarei preparato”. Così le parole pittoresche del sindaco di Cormano Luigi Magistro (centrodestra) svelano un nervosismo che va oltre le righe. Il primo cittadino perde le staffe davanti all’inviato di Report, chiede di fermare la registrazione, protesta e non risponde più.

Nell’intervista andata in onda nella puntata di ieri sera si parlava di contributi regionali ai comuni, relativi al cosiddetto “Piano Marshall” di Regione Lombardia per la gestione post pandemica. Cormano ha ricevuto molti denari, il doppio dei vicini di Paderno Dugnano (a guida centrosinistra), che pure sono il doppio nel numero di abitanti.

Fa discutere il criterio regionale di assegnazione dei fondi, non con regolari bandi ma attraverso ordini del giorno dei singoli consiglieri. Emerge che ai comuni di centrodestra in Lombardia siano andati la quasi totalità dei fondi. A Cormano è arrivato un milione di euro grazie al conigliere grillino Massimo De Rosa, altre risorse grazie al consigliere Gianluca Comazzi (Forza Italia) ma anche al consigliere del PD Pietro Bussolati e un milione a firma dell’allora consigliere di Fratelli d’Italia Marco Alparone, ex sindaco di Paderno Dugnano e oggi vicepresidente di Regione Lombardia.

E’ proprio sui legami tra quest’ultimo e il centrodestra di Cormano che il sindaco Magistro perde la pazienza. E’ risaputo, anche dalle uscite pubbliche documentate sui social, che Magistro e la sua maggioranza abbiano sostenuto la campagna elettorale di Alparone nelle elezioni del 2023. Tanto che quest’ultimo a Cormano ha incassato un notevole risultato personale con 438 preferenze.

Ma il sindaco Magistro ha preferito non rispondere alle domande di Report. “Puoi dire che è sbagliata la legge 9? Se arrivano soldi da De Rosa, Comazzi o Alparone a me non mi frega un cazzo. Mi importa che mi portino a casa i soldi per fare le opere”.

Redazione "La Città"

Articolo precedente

Giornata della Memoria tra emozione e polemiche

Articolo successivo

Fine vita, depositata anche in Lombardia la proposta di legge

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *