17 Giugno 2024

Il giornale di Cinisello Balsamo e Nord Milano

Giornata della Memoria tra emozione e polemiche

Giornata della Memoria molto partecipata ieri a Cinisello Balsamo. In mattinata il tradizionale corteo al Monumento dei Deportati del Parco Nord e nel pomeriggio l’omaggio alle pietre d’inciampo posate in città, organizzato da ANPI.

Una giornata densa di impegni ed emozioni ma non priva di polemiche politiche sul valore della memoria e della condanna al nazifascismo mai resa esplicita dalla giunta di destra del sindaco Giacomo Ghilardi e che ancora oggi tarda ad arrivare.

“Cinisello Balsamo, come anche in altri comuni vicini, il Giorno della Memoria continua ad essere celebrato come una generica ricorrenza, senza alcun riferimento alla nostra storia locale e alle figure dei nostri deportati. Nel Nord Milano furono mandati nei campi di concentramento gli operai che aderirono agli scioperi del ’44, partigiani e militanti politici”, afferma Cinisello Balsamo Civica in una nota.

Anche il PD, alla vigilia della ricorrenza, aveva sottolineato come nelle celebrazioni non si potesse scordare il sacrificio da parte di partigiani e lavoratori cinisellesi e sestesi in quanto oppositori del regime fascista italiano.

Redazione "La Città"

Articolo precedente

Giornata della Memoria, “Non è ricorrenza generica. Va ricordata la storia locale”

Articolo successivo

Arriva Report e il sindaco perde le staffe: “A me non mi frega un cazzo”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *