23 Febbraio 2024

Il giornale di Cinisello Balsamo e Nord Milano

La Geas basket abbandona Sesto. Nessun accordo per il nuovo palazzetto

Dopo 59 anni Geas andrà via da Sesto San Giovanni. La società di basket femminile italiano più blasonata, che ha vinto una Coppa Campioni e 8 scudetti, oggi Geas Allianz, ha deciso di trasferirsi dal PalaCarzaniga perché non più adeguato per ospitare il prossimo campionato di serie A1. Già da tempo si parla di una nuova struttura che Geas costruirebbe a sue spese ma le trattative con l’amministrazione di Sesto sono ad un punto morto.

Così il grande basket femminile potrebbe migrare, come anticipa il Corriere della Sera, a Bresso o Cologno Monzese, con un investimento di 12 milioni di euro a cui prenderebbe parte anche Enrico Crespi, che con la sua Gbc sponsorizzò la Geas negli anni d’oro.

E Geas Allianz, in una nota, precisa: “Le norme che determinano l’iscrizione al prossimo campionato di Serie A1 Femminile prevedono un impianto con capienza minima di 800 spettatori. Il PalaCarzaniga, attuale campo di gioco, non risponde purtroppo a questi requisiti. La prima squadra del Geas dovrà di conseguenza temporaneamente trovare una nuova sistemazione, idonea per le partite casalinghe nella prossima stagione. Le norme, ovviamente, non riguarderanno la struttura societaria e le attività del settore giovanile che rimarranno a Sesto San Giovanni”

“La costruzione di un impianto sportivo è nei programmi di Geas Basket, per poter rispondere agli incrementi dei numeri delle iscritte e per ampliare la propria rete sul territorio”.

All’attacco l’opposizione. “Oggi è una brutta giornata per la città tutte e per tutti i sestesi, lo spostamento del Geas basket lontano da Sesto è una brutta notizia”, tuona il PD in una nota e aggiunge: “L’ennesimo fallimento di una giunta che lascerà una Sesto più impoverita che mai”.

Redazione "La Città"

Articolo precedente

Brumotti torna a Sant’Eusebio. E lo spaccio non si ferma mai

Articolo successivo

Ragazzi autistici dietro il bancone. Al via la nuova (preziosa) vita del bar di Balsamo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *