20 Giugno 2024

Il giornale di Cinisello Balsamo e Nord Milano

Dopo la pandemia, un 2023 pieno di soddisfazioni per AIDO Bresso

di Giuseppe Manni
Presidente Gruppo Comunale AIDO “G. Rossin” Bresso

Il 15 dicembre si è svolto presso la sala S. Giuseppe l’incontro del gruppo AIDO Bresso con gli studenti delle scuole medie dell’Istituto Comprensivo di via Bologna di Bresso. Grazie alla collaborazione con la dirigenza scolastica, Aido è tornata nelle scuole dopo la pausa della pandemia.

Il 15 dicembre si è svolto presso la sala S. Giuseppe l’incontro del gruppo AIDO Bresso con gli

Alla presenza del sindaco Cairo, dell’assessore alla pubblica istruzione Di Masi, del dirigente scolastico dott. Bassani è stato ricordato l’anniversario di nascita del nostro concittadino Paolo Foglia, Medaglia d’oro al valor civile per aver salvato tre persone nel fiume Ticino, sacrificando la sua. Era il 15 agosto 2002, Paolo aveva 35 anni, oggi ne avrebbe 56, era nato il 16 dicembre del 1967.

Il dono è stato il filo conduttore dell’incontro, hanno portato la loro testimonianza, un trapiantato di fegato, un trapiantato di rene e una donatrice vivente di rene. Erano presenti anche i rappresentanti dei volontari della CRI e dell’AVIS. Tre associazioni che sono legate fra loro, il soccorso, la donazione del sangue e il SI alla donazione degli Organi, un unico filo conduttore e una bella collaborazione.

Circa 120 studenti hanno ascoltato con la massima attenzione e hanno sommerso di domande la dottoressa presente in sala. A tutti è stato regalato un block notes e una penna targati AIDO con l’invito a lasciarci un pensiero su quello che avevano ascoltato. Il risultato è stato straordinario. Domande, dubbi, certezze, riflessioni e ringraziamenti. Solo per citarne alcuni: “Grazie all’Associazione AIDO oggi ho scoperto come si dona e la ritengo una cosa molto importante. Inizierò a spargere la voce” oppure “Penso che mi è stato molto utile e sono riuscita a capire meglio cosa significa donare un organo. Le persone sono state molto gentili. Le domande degli altri mi hanno aiutata a rispondere alle mie” e potremmo continuare.

Il loro contributo è stata la più bella gratificazione che potevamo ricevere e ci spinge ad andare

avanti. Ringraziamo il dirigente scolastico dott. Bassani, le insegnanti e gli studenti dell’Istituto Comprensivo di via Bologna, l’AC e tutti i volontari di Aido, Avis e CRI per la loro preziosa presenza e la loro preziosa collaborazione.

Se a questa iniziativa sommiamo la bellissima pubblicazione del libro “tra due vite una stella”, avvenuta a giugno, la presenza a tutte le iniziative istituzionali del comune e a quelle di AIDO provinciale, possiamo dire che chiudiamo il 2023 molto soddisfatti.

Redazione "La Città"

Articolo precedente

Daspo in piazza Gramsci. Scatta la stretta natalizia anti-alcol

Articolo successivo

Sul veliero per sostenere i ragazzi con disturbi dell’apprendimento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *