17 Giugno 2024

Il giornale di Cinisello Balsamo e Nord Milano

Libri: terrore nella Parigi del 2015, di E. Carrère

Recensione, di Francesca Braga

“V13” di Emmanuel Carrère. Il titolo del libro è l’acronimo di Venerdì 13 novembre 2015 perché, proprio in quel giorno, Parigi è stata colpita da una serie di attacchi terroristici con un bilancio di 131 morti e 350 feriti.

Emmanuel Carrère scrittore, sceneggiatore e regista francese, ha assistito al processo, tenutosi tra il 2021 e il 2022, a carico dell’unico sopravvissuto Salah Abdeslam e dei suoi complici; ha ricostruito quasi dieci mesi di udienze, riportando minuziosamente le testimonianze di chi si è trovato coinvolto in questa folle violenza, delle parti civili, dei sopravvissuti e dei familiari. Il libro è diviso in tre parti: Le vittime, Gli imputati e La corte ed è una cronaca giudiziaria scritta magistralmente in modo oggettivo.

Racconta la storia delle vittime senza cadere nel vittimismo, parla degli imputati senza condannarli, riuscendo addirittura a descriverne “l’umanità”. La parte dedicata alle persone scomparse è la più coinvolgente ed emotivamente la più difficile da leggere, perché ci si ritrova a essere testimoni narrativi di una strage e si è impotenti di fronte all’orrore di ciò che è accaduto.

Sono 263 pagine che rimangono impresse anche dopo averle terminate. Carrère narra la storia di persone che, per salvarsi, hanno dovuto strisciare sotto i cadaveri di altri e del senso di colpa che accomuna tutti i sopravvissuti per aver aiutato uno invece di un altro, o perché hanno preferito salvarsi piuttosto che ascoltare chi invocava aiuto. Racconta di ferite corporali e danni permanenti a livello psicologico perché, chi ha avuto la fortuna di scampare da questa terribile carneficina, ha subito danni che ne condizioneranno la vita. È un racconto di cronaca emozionante e molto forte, ma che merita di essere letto.

Instagram fra_tanti_libri

Ivano Bison

Articolo precedente

Allegro e gustoso. A Cinisello il risto-mex a misura di famiglia

Articolo successivo

“Piccolo viaggio intorno al mondo”, esce il nuovo libro di Giorgio Oldrini

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *