25 Febbraio 2024

Il giornale di Cinisello Balsamo e Nord Milano

La mostra collettiva “20×20 = 400 Emozioni” al Centro Culturale Click Art

Click Art prosegue il proprio impegno per la divulgazione culturale dell’arte con una mostra collettiva dal titolo “20×20 = 400 Emozioni”. L’associazione cormanese, che si dedica in particolare all’arte contemporanea, ha inaugurato la rassegna sabato 2 dicembre in presenza degli artisti che hanno partecipato all’iniziativa.

La mostra, curata da Luigi Profeta, accoglie opere tutte rigorosamente della dimensione 20×20 cm e comprende ogni espressione di arte visiva, dalla fotografia alla pittura, dalla grafica alla digital art. In un piccolo spazio si è chiesto a ogni artista di sviluppare la propria creatività. Questo non significa – come sottolineano gli organizzatori – che ne risulti limitato il valore dell’opera. Lo sforzo creativo è quello di far emergere anche in spazi ridotti la propria personalità e identità. L’emozione che può suscitare un’opera di dimensioni più contenute non è di certo inferiore a quella di una più estesa se l’idea di base è originale e accattivante.

La particolarità di questa mostra, giunta alla settima edizione, è il coinvolgimento di un certo numero di artisti, proponendo un campione significativo di manifestazioni di arte contemporanea nelle sue varie declinazioni e stimolando il pubblico alla riflessione. La prossimità alle festività invita anche a pensare alle opere d’arte esposte come potenziali doni natalizi. Il piccolo formato e i prezzi contenuti sono un motivo in più per provare a scegliere un quadro come regalo da mettere sotto l’albero di Natale.

Lo spazio espositivo può essere visitato fino al 22 dicembre da martedì a sabato (9.30-12.00 / 15.00-19.00) presso Click Art in via Dall’Occo 1 a Cormano.

Gli artisti partecipanti

Mariuccia Arzenton, Paolo Avanzi, Anna Maria Belli, Nadia Bonzi, Liliana Fumagalli, Beatrice Di Francescantonio, Gianmaria Lafranconi, Carmelo La Gaipa, Andreas Hoffman, Arina Kuznestov, Giuseppina Lasaponara, Susanna Maccari, Giovanna Mancuso, Chiara Mazzotti, Rino Minetti – Rinò, Aynaz Najafi, Paolo Pellegrini, Eleonora Profeta, Luigi Profeta, Raffaella Quitadamo, Ivana Sigona, Michele Sliepcevich, Valentina Taetti.

Emanuele Lavizzari

Dopo un titolo accademico in Lingue e Letterature Straniere ha lavorato in ambito turistico-alberghiero tra Spagna, Italia e Germania. In seguito a un master universitario in ideazione e produzione audiovisiva approda al giornalismo. Ha collaborato con alcune testate locali in Lombardia, prima di giungere all’Associazione Italiana Sommelier Editore, dove attualmente è responsabile del coordinamento redazionale e direttore editoriale della rivista Vitae. Ama l’impressionismo musicale, la poesia simbolista e le contaminazioni fra generi nella musica e nella letteratura. Passa agevolmente da una tastiera di pc a quella di un pianoforte, anche se tra i due preferisce decisamente il secondo. Questo è il motivo per cui si è dedicato a ulteriori studi e ha conseguito una laurea magistrale in Scienze della Musica con una tesi sul compositore spagnolo Manuel de Falla. Suoi grandi interessi sono anche l’atletica leggera e la televisione. Ha corso tanti chilometri in pista, su strada e su percorsi campestri e non si è ancora stancato di farlo.

Articolo precedente

A Monza una mostra dedicata a Manzoni con gli “Amici di Villa Breme”

Articolo successivo

Le fiaccole per la pace invadono Cinisello

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *