24 Febbraio 2024

Il giornale di Cinisello Balsamo e Nord Milano

Sigilli all’ex Copacabana, ma nessuna certezza sul futuro

Sono finalmente arrivati i sigilli all’ex discoteca Copacabana di Cinisello Balsamo, che da tempo era diventata rifugio per senza tetto e disperati. La proprietà dell’immobile ha risposto all’invito del comune e ha messo in sicurezza l’area in modo che non si possa più accedere. Negli ultimi giorni, dopo l’intervento dell’amministrazione che aveva paventato anche vie legali per farsi ascoltare dalla proprietà, c’era stato un nuovo blitz delle forze dell’ordine all’interno dei locali dove avevano trovato rifugio cinque persone di nazionalità straniera.

“La messa in sicurezza dell’area si è resa necessaria per superare le numerose problematiche legate allo stato di incuria e abbondono, ripristinare il decoro al quartiere e andare incontro alle richieste di attenzione dei residenti”, scrive la giunta in una nota.

Tuttavia a momento non è dato sapere quale siano le intenzioni della proprietà sul futuro dell’area. Se ci sarà la tanto invocata riqualificazione e in quali termini. e quanti anni dovranno trascorrere per recuperare per davvero quello spazio urbano.

“Ci auguriamo si possa giungere presto ad una soluzione per sanare una situazione che si protrae da troppo tempo così da garantire decoro e nuovi servizi per il quartiere”. Hanno detto il sindaco Giacomo Ghilardi e l’assessore al Governo del Territorio Fabrizia Berneschi.

Redazione "La Città"

Articolo precedente

“Quaderno Proibito” di Alba de Céspedes. Diario intimo di una donna

Articolo successivo

Più di 3mila alla festa del panettone. LeGhilande chiude il 2023 col botto

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *