25 Febbraio 2024

Il giornale di Cinisello Balsamo e Nord Milano

Pro Sesto sconfitta a Vicenza. Polemiche per l’arbitraggio

di Simone Agostino

Sabato 25 novembre, in occasione della 15a giornata Vicenza-Pro Sesto, Tommaso Gattoni e Vladimir Golevic, i capitani dei due club, sono scesi in campo al Menti con al braccio una fascia rossa con la frase “NO alla violenza sulle donne”. Al Menti va in scena la 15a giornata del Campionato di Serie C Now tra Vicenza e Pro Sesto, la Pro senza Barranca, Palazzi, Sereni e Del Frate si schiera con un 3-4-2-1 con a centrocampo Ferro e Gattoni e davanti il tridente Sala-Florio-Bruschi.

Ad inizio partita la curva di casa, nonostante il quarto posto in campionato, espone uno striscione con le parole “Poche idee e ben confuse. Svegliatevi!” Al minuto nove movimento a rientrare di Della Morte che calcia col destro e centra un avversario. Al decimo punizione di Ronaldo che esce di poco. Al minuto 16 verticalizzazione per Scarsella che fa la sponda verso Della Morte e conclusione di prima intenzione che trova la gran risposta di Botti; al 18esimo Sala avanza sulla corsia centrale e salta un avversario, scarica a destra su Petrungaro che va sul fondo e crossa in mezzo senza però trovare la testa Bruschi. Il portiere sestese para un rigore al 26esimo a Ronaldo causato da un tocco di braccio di Giorgeschi.

Al minuto 31 il Vicenza trova la rete attraverso un incursione di Golemic che allarga sulla sinistra dove Greco mette in mezzo e trova lo stesso difensore che calcia male sull’uscita del portiere commettendo forse fallo; il pallone rimane lì e Della Morte mette dentro a porta vuota. Si arriva al 45′ senza troppe emozioni e il primo tempo si chiude 1-0 a favore della squadra di casa. Nella ripresa arrivano i primi cambi con Ferro e Florio che escono per far posto a Santarpia e Petrelli; quest’ultimo al minuto 65 scalda i guantoni a Confente. Due minuti più tardi raddoppia il Vicenza: cross di Della Morte, deviazione della difesa, Scarsella di testa serve Rolfini che supera con un tocco sotto Botti Dopo 4 minuti di recupero, termina 2-0 per il Vicenza la gara valida per la 15a giornata.

La prossima settimana la Pro Sesto incontrerà il Legnago Salus in casa. Il presidente Gabriele Albertini si è così espresso a fine gara: “Questa sera ho deciso di non far presentare nessuno in sala stampa per evitare che i nervosismi della partita si accendessero ulteriormente. Finita la gara, ho fatto i complimenti alla squadra: i ragazzi sono usciti a testa alta da questo stadio, contro un avversario di grande valore. Ho fatto i complimenti anche al Vicenza che, come sappiamo, è una squadra fortissima. Però oggi le immagini parlano chiaro: i due gol subiti sono entrambi viziati da irregolarità in sequenza a dir poco clamorose, al limite del grottesco. Non ci sono altri commenti da fare…In Serie C ritengo non sia accettabile commettere questi errori ed avere un atteggiamento di così tanta presunzione nei confronti di calciatori e staff come quello a cui abbiamo assistito questa sera da parte dell’arbitro. In ogni caso voglio ribadire i complimenti ai nostri ragazzi che hanno dato tutto e giocato una buona partita in un campo ostico e ai nostri tifosi che ci hanno seguito e ci hanno fatto sentire ancora una volta la loro vicinanza. Continuiamo a lavorare in questa direzione pensando al nostro percorso”.

L.R. Vicenza-Pro Sesto 2-0 (1-0)

Marcatori: Della Morte 31′, Rolfini 67′

L.R. VICENZA – Confente; De Col, Golemic, Laezza, Talarico, Ronaldo, Tronchin (dall’80’ Rossi), Greco (dall’80’ Sandon) , Scarsella (dal 68′ Proia), Della Morte (dall’80’ Jimenez), Rolfini (dal 68′ Pellegrini)

A disp.: Massolo, Siviero, De Maio, Cavion, Valietti, Lattanzio, Ierardi, Fantoni
All.: Aimo Diana

PRO SESTO – Botti; Toninelli, Marianucci, Giorgeschi; Petrungaro (dal 73′ D’Alessio), Gattoni, Ferro (dal 52′ Santarpia), Maurizii; Sala (dall’84 Basili), Florio (dal 52′ Petrelli) ;

Bruschi

A disp.: Formosa, Saccone, Iotti, Mapelli, Marchisano, Brignoli, Bussaglia, Arras
All.: Francesco Parravicini

Note. Ammoniti: Botti, Golemic, Laezza, Toninelli, Florio

Recupero: 0′ + 4′

Spettatori: 7425

Arbitro: Dario Madonia della Sezione AIA di Palermo

Redazione "La Città"

Articolo precedente

Occhi puntati sulla passerella dei ritardi. Collaudati i piloni

Articolo successivo

Salone Matteotti gremito per “Eravamo in tante”. Ecco il video

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *