21 Maggio 2024

Il giornale di Cinisello Balsamo e Nord Milano

Ex Copacabana, “la proprietà metta in sicurezza l’area”. Sarà la volta buona?

Anni di abbandono che portano con sé incuria, degrado e insicurezza per il quartiere. Si tratta dell’area dell’ex discoteca Copacabana, più volte al centro della cronaca di Cinisello Balsamo e più volte al centro dello scontro politico. Era finita di nuovo nell’orbita dell’interesse quando nel luglio scorso le forze dell’ordine avevano sgomberato l’area da alcuni senza fissa dimora. Ora la giunta di centrodestra torna a parlarne annunciando di avere incontrato la proprietà dell’immobile e di averle chiesto di mettere l’area in sicurezza, annunciando che il comune avvierà il procedimento amministrativo.

L’Amministrazione comunale nelle scorse settimane ha incontrato il legale rappresentante della società che gestisce l’immobile per far presente le numerose problematiche legate allo stato di incuria e abbondono che hanno portato a fenomeni di occupazione, si legge in una nota del comune. Ma ora il rappresentante dovrà presentare la documentazione comprovante atti e attività da mettere in opera per poter procedere.

“Si tratta di un provvedimento che si è reso necessario per il ripristino delle condizioni di decoro e soprattutto al fine di evitare ulteriori occupazioni abusive da parte di soggetti senza fissa dimora. Da tempo sono in corso le interlocuzioni con la proprietà, composta da una serie di soggetti, che al momento non hanno ancora preso una decisione in merito alla riqualificazione. In questo momento c’è l’urgenza di mettere in sicurezza, se poi non si arriverà ad una soluzione il passo successivo sarà mettere in campo tutti gli strumenti, tra cui il Piano di Governo del Territorio, per sanare una situazione che si protrae da troppo tempo per garantire decoro e nuovi servizi per il quartiere”, hanno spiegato il sindaco Giacomo Ghilardi e l’assessore al Governo al Territorio Fabrizia Berneschi.

Redazione "La Città"

Articolo precedente

A Cinisello nasce il gruppo giovani della Protezione Civile

Articolo successivo

Giornata dell’infanzia. I Civici la celebrano ricordando la Pigotta

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *