24 Giugno 2024

Il giornale di Cinisello Balsamo e Nord Milano

Parchi e centri storici al palo e la giunta ammette: “Qualche ritardo”

Opere pubbliche a singhiozzo a Cormano. Ad affermarlo è la stessa giunta di centrodestra che in occasione dell’inizio dei lavori di sistemazione di un marciapiede, ammette una certa lentezza: “Andiamo avanti, magari con qualche ritardo ma con la concretezza di poter realizzare opere necessarie mantenendo anche gli indispensabili equilibri di bilancio”.

Nella nota diffusa via social si parla anche, come al solito, delle colpe delle passate amministrazioni di centrosinistra: “Sono tanti i lavori urgenti, che però spesso sono il risultato di anni o decenni di incuria”, si legge. Eppure in città inizia a serpeggiare un certo malumore proprio per le grandi aspettative che la giunta di centrodestra, eletta nel 2019, aveva suscitato tra i cittadini sui restyling di strade e marciapiedi.

“Non è possibile sistemare tutto subito, ma con pazienza e a piccoli passi è già lungo l’elenco dei lavori realizzati”, dice la nota. Ma la sensazione di molti residenti è differente visto che sono trascorsi già quasi cinque anni e la ruota del “cambiamento” non gira come ci si aspettava. Basti pensare al progetto di riqualificazione di due parchetti, lanciato la scorsa estate, e non ancora messo in atto. Oppure all’ancora più evidente stallo della sistemazione dei centri stortici, la cui pavimentazione è ammalorata da anni e in attesa di restauro. I soldi a bilancio ci sono, ottenuti grazie ai generosi finanziamenti che Regione Lombardia (guida centrodestra) ha finalmente erogato anche a Cormano, ma i lavori previsti mesi fa ancora non si vedono.

Un primo bando per il loro affidamento era andato deserto ed ora si attende che qualcosa accada. Così come attende di essere attivata la videosorveglianza della ZTL, montata da mesi e tuttora inspiegabilmente inattiva. Tuttavia il tempo passa e l’inverno, stagione non certo ideale per posare pavimenti stradali, incalza.

E intanto il fatidico momento elettorale del giugno 2024 si avvicina rapidamente e la giunta del sindaco Magistro necessita di mostrare di avere ottenuto qualche risultato concreto.

Redazione "La Città"

Articolo precedente

In rassegna al Pertini gli sguardi e le mille voci delle donne

Articolo successivo

Tensione in consiglio. Negato l’ingresso al pubblico poi il dietrofront

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *