24 Giugno 2024

Il giornale di Cinisello Balsamo e Nord Milano

Ok dalla Regione per le modifiche al progetto Entangled

Il progetto Entangled, recentemente rivisto dalla giunta di centrodestra d Cinisello Balsamo, è stato approvato da Regione Lombardia che lo finanzierà con circa 15 milioni di euro. La modifica del piano, decisa dopo la raccolta di firme nel quartiere Crocetta contro l’abbattimento previsto della scuola Anna Frank, aveva fatto discutere perché, secondo molti, inviata al Pirellone senza che ci fosse stato un reale confronto con la cittadinanza.

Ma ecco quali sono le linee principali del progetto. La proposta prevede la riqualificazione della scuola Anna Frank per una destinazione esclusivamente didattica, con un ampiamento degli spazi di circa 1.000 mq. I lavori prevederanno interventi di efficientamento energetico e adeguamento, nonché di miglioramento sismico ad elevati standard sotto il profilo della sicurezza strutturale e riduzione dei consumi.

La scuola inoltre si affaccerà su un nuovo giardino recintato, come è stato richiesto dal quartiere, che verrà ricavato a seguito della demolizione della vecchia struttura prefabbricata del Centro Civico.

Il Centro Civico troverà casa a soli 200 metri dall’attuale sede, nel nuovo stabile da realizzare in viale Abruzzi all’interno del nuovo Centro Polifunzionale che avrà funzioni dedicate all’incontro intergenerazionale, per attività per anziani e lo spazio giovani (ex Icaro). Si potrà trovare al suo interno un ambiente dedicato specificatamente alla musica, quale sala di registrazione, una piccola hall, un’area ristoro e un’area coworking, oltre a ulteriori spazi per la nuova casa della cittadinanza.

Altro importante punto di novità riguarda l’Asilo Nido che sarà collocato nella parte ovest di viale Abruzzi con un ingresso esclusivo e un giardino più ampio. Sarà una costruzione ad un unico piano dando così risposta alle esigenze di tante famiglie richieste da oltre 30 anni e potrà ospitare 60 bambini al posto dei 45 attuali.

A ciò si aggiungerà una nuova piazza, piste ciclabili e nuovi arredi, con finalità sociale, per facilitare la convivenza e la coesione. Verranno poi ridefiniti i percorsi ciclo-pedonali, con nuovi arredi urbani e installazioni multimediali e artistiche.

Il progetto prevede inoltre la creazione della Casa della salute, intesa come sede pubblica dove collocare i servizi territoriali che erogano prestazioni sanitarie, compresi gli ambulatori di medicina generale e specialistica ambulatoriale e sociali, che sarà collocata a nord dell’autostrada immediatamente oltre la piazza sopraelevata. Resta infine confermata l’azione in parternariato con Aler di manutenzione straordinaria ed efficientamento energetico dell’edificio residenziale di via Friuli.

Redazione "La Città"

Articolo precedente

“Palazzoni” senza pace. Nuovo blitz a S. Eusebio: droga, armi e arresti

Articolo successivo

Nubifragio nella notte, disagi e traffico in tilt

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *