25 Maggio 2024

Il giornale di Cinisello Balsamo e Nord Milano

Sconfitta e lutto per la Pro Sesto

di Simone Agostino

Turno infrasettimanale con sconfitta per la Pro Sesto che cede per una rete a zero in casa contro la Virtus Verona. Biancocelesti con avvio shock, subiscono goal su corner dopo appena tre minuti di gioco con sfortunata deviazione di Barranca che tradisce il rientrante Botti. Gara a senso unico con la Pro che deve difendersi dall’arrembante Verona fino al minuto 42 quando la squadra di casa reclama l’sstrema punizione; il direttore di gara ammonisce il 18 sestese Palazzi per simulazione.

Nella ripresa parte bene la Pro Sesto cercando il pari con Sereni ma Sibi, portiere avversario, è attento e para. Al 66’ Virtus pericolosa con Casarotti ma Botti trattiene. Forcing finale della Pro che con undici uomini prova l'assedio cercando il pareggio, all’82 'con Maurizii che calcia dalla distanza direttamente in porta: Sibi respinge sui piedi di Santarpia che, tutto solo davanti all’estremo difensore rossoblù, calcia alto sopra la traversa; all’89’ Barranca avanza in area e calcia ad incrociare, il portiere devia. Le parole di mister Parravicini: ”Sicuramente prendere gol al 3’ minuto su calcio d’angolo con una deviazione fortuita ci ha condizionato, anche perché ci confrontavamo con una squadra di grande qualità, ma questo aspetto non deve essere un alibi: abbiamo fatto una prestazione negativa in una partita in cui avremmo dovuto mettere in campo un atteggiamento differente.

Quella di oggi era una gara importante in cui saremmo dovuti scendere in campo con una cattiveria diversa, ma così non è stato. Dobbiamo capire perché non siamo riusciti ad avere il giusto approccio e lavorare su questo. Bisogna resettare e ripartire dal lavoro e dall’analisi di quello che oggi non ha proprio funzionato. E’ vero, alla fine avremmo anche potuto ottenere il pari, il calcio è così, ma rimane comunque la prestazione negativa che dobbiamo analizzare a fondo e velocemente perché sabato ci aspetta un’altra partita fondamentale per il nostro percorso nella quale dovremo mettere in campo un atteggiamento sicuramente diverso”.

Per la sfida salvezza di sabato prossimo sul campo della Giana (ore 18.30), la Pro Sesto dovrà fare a meno del centrocampista Barranca squalificato per un turno. Pro Sesto che ha perso uno degli interpreti storici Ermes Berton, classe 1954 dopo una grave malattia. Ermes ha avuto trascorsi anche al Varese e all’Inter, Berton è stato protagonista, come preparatore dei portieri, della grande Pro Sesto del gruppo Pasini.

PRO SESTO-VIRTUS VERONA 0-1 (0-1)

Marcatori: 3′ Metlika
Pro Sesto –Botti; Toninelli, Marianucci (dal 45′ Giorgeschi), Mapelli;  Barranca, Gattoni, Palazzi (dal 61′ Arras), Maurizii; Sereni (dal 77′ Santarpia), Sala (dal 77′ Ferro); Bruschi (dal 65′ Petrelli)
A disp.: Formosa, Iotti, D’Alessio, Marchisano, Basili, Petrungaro

All.:Francesco Parravicini

Virtus Verona – Sibi; Mazzolo, Daffara, Casarotto (dal 90′ Manfrin), Ruggero, Zarpellon (dal 65′
Danti) , Valencia Ceter (dal 65′ Zigoni), Metlika, Faedo, Cabianca, Demirovic (dall’83’ Toffanin)
A disp.: Voltan, Zecchin, Cellai, Mehic, Begheldo, Ntube, Lodovici, Vesentini, Menato, Ambrosi

All.: Gigi Fresco

Note. Ammoniti: Marianucci, Bruschi, Faedo, Palazzi, Barranca, Mapelli
Recupero: 0′ + 3′
Spettatori: 350 + 400 abbonamenti
Arbitro: Marco Emmanuele della Sezione AIA di Pisa

Redazione "La Città"

Articolo precedente

Veglia per la pace a Milano. Anche Anpi tra i partecipanti

Articolo successivo

Grugnotorto e Parco Nord uniti? L’idea del PD diventa una proposta

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *