21 Maggio 2024

Il giornale di Cinisello Balsamo e Nord Milano

Sottopasso di Cormano. “Ascensore guasto da un mese e nessuno lo ripara”

“L’ascensore è guasto da un mese e nessuno pare abbia fretta di sistemarlo”. E’ la denuncia che corre in queste ore sui social da parte di molti cittadini indignati. Non è la prima volta che accade nel sottopasso ciclopedonale che collega il centro di Cormano a Brusuglio. Sopra scorre la ferrovia di Trenord e il passaggio è l’unica via che i pedoni – soprattutto alunni delle scuole, mamme coi passeggini, anziani e disabili – hanno per attraversarla.

Dovrebbe essere sempre praticabile tuttavia i guasti sono all’ordine del giorno e il comune, stando ai fatti, non riesce a garantire una manutenzione ordinaria e puntuale di un servizio tanto essenziale per tutti. Sui social sono ormai quotidiane le segnalazioni e le proteste. Ma sembra non siano prese molto seriamente, visto che per ogni guasto occorrono molti giorni prima che si intervenga.

Pare che in questo caso alcuni cittadini abbiano segnalato il guasto pochi giorni fa, utilizzando il numero verde disponibile su una targhetta nell’ascensore. Secondo quando scrive un utente sui social, la sua segnalazione è stata la prima ad essere pervenuta avendone avuto conferma dall’operatore che ha risposto alla chiamata. Ovvero nessuno dalle parti del comune si sarebbe accorto del guasto per molti giorni non essendo stato segnalato.

La giunta di centrodestra nei mesi scorsi è corsa ai ripari posizionando un sistema di sorveglianza nel sottopasso per i troppi episodi vandalici che hanno colpito anche gli ascensori. Tuttavia pare che le telecamere per il momento non impediscano il succedersi dei problemi.

La storia dei sottopassi e dei sovrappassi di Cormano non è fortunata. La passerella ciclopedonale per Cusano Milanino, poco distante dalla stazione dei treni, è infatti chiusa ormai da mesi, dopo i tanti episodi di vandalismo che pare abbiano costretto le due amministrazioni di centrodestra (quelle con il piglio per la sicurezza), ad alzare bandiera bianca e chiudere il passaggio. Sul quale non ci sono più notizie da un pezzo.

Redazione "La Città"

Articolo precedente

Lavorare in comune, ecco le opportunità che offre Cinisello

Articolo successivo

Polemica sul minuto di silenzio. “Non una parola per le vittime palestinesi”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *