26 Maggio 2024

Il giornale di Cinisello Balsamo e Nord Milano

Centro sportivo, al via i lavori. “Ma i costi sono lievitati”

di Simone Agostino

Sono iniziati i lavori di rinnovamento del palazzetto dello sport di via Deledda a Bresso che vedrà quattro campi di calcio in erba sintetica, una nuova pista di atletica e pattinaggio il tutto illuminato a led. Il Comune ha investito circa 2,4 milioni di euro dai fondi PNRR per il progetto di restyling dell’area di via Deledda confinante da un lato con un’area a carattere residenziale, e dall’altra col Parco Nord di Milano.

Nello specifico si avranno quattro campi di calcio regolamentari di cui due con fondo in erba naturale, uno con fondo in erba sintetica ed uno in sabbia, tutti illuminati con torri faro. In aggiunta ai campi ci saranno una pista di atletica regolamentare, un campo polivalente coperto con pallone tensostatico, una pista di pattinaggio con fondo in cemento e quattro tribune (due coperte e due scoperte).

L’ area con campi di calcio e tennis, di proprietà del comune di Milano, non verrà invece modificata. Si partirà si con la posa del nuovo manto in erba sintetica sul campo da calcio regolamentare in erba naturale e nel Maggio 2024 si inizierà a lavorare sull’altro campo a 11 e sulla pista di atletica. Infine ci saranno gli interventi di efficientamento energetico con l’installazione dei led e dei pannelli fotovoltaici sulle tribune centrali che verranno impermeabilizzate.

Il centro una volta a regime, sarà gestito dall’ex campione del mondo Gianluca Zambrotta attraverso la sua società Eracle Sports Ssd che si è aggiudicata anche la gara per l’impianto comunale bressese “Paolo Foglia” prima gestita da Gestisport per quasi un trentennio e mai più riaperta in seguito alla crisi post pandemica.

Con una nota il Partito Democratico di Bresso critica le scelte dell’attuale maggioranza, in particolare si sottolinea come la piscina doveva riaprire a Settembre ma così non è stato per problemi con alcuni documenti che non ha presentato l’Ad in quanto assente per ferie. In particolare l’opposizione sottolinea come i costi del centro sportivo siano raddoppiati oltre ad aver perso un finanziamento del Ministero dello Sport di 700 mila euro per la pista di atletica in quanto non sono stati rispettati i tempi per l’iter di richiesta.

In conclusione aggiungono come sia stata curata molto male la parte logistica provvisoria in quanto serviva spostare le squadre dalla palestra attuale, dove sorgerà il palazzetto, alla tensostruttura di via Don Minzoni ma quest’ultima non si trova in condizioni accettabili per essere utilizzata.

Redazione "La Città"

Articolo precedente

Le foto preziose di Cinisello presto in una mostra d’autore

Articolo successivo

Una coppia, una passione e la scuola di danza dei sogni

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *