19 Aprile 2024

Il giornale di Cinisello Balsamo e Nord Milano

Sabato i donatori in piazza. Obiettivo: sensibilizzare i cittadini

Sarà sabato 21 ottobre la giornata cinisellese del dono. Le principali associazioni di donatori AIDO (Associazione Italiana per la Donazione di Organi, tessuti e cellule), AVIS (Associazione Volontari Italiani del Sangue), ADMO (Associazione Donatori Midollo Osseo), Croce Rossa Italiana con ASST Nord Milano si danno appuntamento in via Frova con lo slogan “Io dono. Non so per chi, ma perché!”. L’obiettivo è quello di diffondere la conoscenza e sensibilizzare la cittadinanza verso un gesto che è di generosità gratuita.

Cosa significa essere donatore? A che età si può diventarlo? Cosa si può donare? A tutte queste domande, e a molte altre, potranno rispondere i volontari che porteranno in piazza Gramsci la loro esperienza e testimonianza all’insegna del “Donare è un gesto di solidarietà incondizionata che può salvare molte vite”.

Il bisogno di sangue e di emocomponenti non si ferma mai e per questo è importante dare il proprio contributo periodicamente. Così come Il trapianto di organi è la migliore cura disponibile per molte malattie, spesso salvavita.

La manifestazione inizierà alle 9 fino 18 e saranno allestiti gli stand delle associazioni e saranno previste sfide di ping pong e tiri a canestro. Alle ore 15.30 sono previsti i saluti istituzionali con il sindaco Giacomo Ghilardi e l’assessore alla Centralità della Persona Riccardo Visentin visto che l’evento ha il patrocinio del comune.

“Torna l’opportunità di scoprire il vero valore del dono e del donare. Quattro le associazioni partecipanti, insieme per farsi conoscere, per sensibilizzare su temi importanti e rendere protagonista la solidarietà. La donazione del sangue, come la promessa di quella degli organi, è un gesto che non costa nulla ma vale molto”. Queste le parole dell’Assessore al Terzo Settore e alla Centralità della Persona, Riccardo Visentin.

Redazione "La Città"

Articolo precedente

Amici di Villa Di Breme, una nuova associazione per valorizzare lo storico edificio

Articolo successivo

“Entangled non si tocca. Basta con i giochi politici”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *