25 Maggio 2024

Il giornale di Cinisello Balsamo e Nord Milano

“La giunta? Un problema complesso la manda in tilt”

di Simone Agostino

“Partecipazione, confronto e nuove proposte per Cinisello Balsamo. Sono le parole d’ordine su cui abbiamo costruito la mia candidatura con un percorso collettivo, attorno al quale tutto il PD è riuscito a ritrovarsi unito, mettendo insieme vecchie e nuove energie”. Andrea Catania è nuovo segretario cittadino del Partito Democratico, eletto praticamente all’unanimità nel congresso riservato agli iscritti di due settimane fa. Appena iniziato e già molto da fare, a partire dal rapporto con gli attivisti.  “Ascoltare è un esercizio faticoso, vuol dire essere disponibili a mettersi in discussione arrivando poi a fare scelte chiare”.

Segretario, cosa è cambiato nel partito in questi anni ?
Dobbiamo aprirci e lavorare per non essere più percepiti come luogo di potere ma come uno spazio politico aperto a chiunque abbia a cuore il futuro dell’Italia e di Cinisello Balsamo. Viviamo tempi difficili, ma percepisco grande attenzione e interesse per quello che farà il PD, sia a livello nazionale che locale. Lo dimostra la raccolta firme per il salario minimo dove più di 100 cittadini si sono fermati ai nostri banchetti in poche ore nello scorso weekend. Rivolgo un messaggio a tutti i cinisellesi: il Partito Democratico c’è.

C’è una grossa questione a Cinisello che sta facendo discutere e litigare. Il bando Entangled pare essere finito nel caos
“I bandi sono la palese dimostrazione che quando questa Amministrazione deve gestire qualcosa di complesso e strategico va in confusione e fa danni. Il bando periferie, eredità positiva che il centrosinistra, aveva lasciato nel 2018 al sindaco ingenti risorse per la riqualificazione della Cascina Cornaggia e per la realizzazione della passerella ciclopedonale su viale Fulvio Testi. Oggi, cinque anni dopo, il progetto Cornaggia è stato abbandonato e probabilmente i fondi persi, mentre del ponte non c’è traccia, con un accumulo gravissimo di ritardo. D’altra parte, il bando Entangled è l’esempio vivente di un’occasione mancata: 15 milioni di euro, che avrebbero potuto essere investiti per cambiare il quartiere Crocetta, vengono utilizzati per riqualificare e ricostruire qualche edificio, senza portare un servizio nuovo in più, anzi mettendo in discussione il futuro del consultorio e della scuola. Il Sindaco avrebbe potuto aprire sin da subito un tavolo di coprogettazione per raccogliere i bisogni del territorio e trovare una sintesi; invece, ha costruito un primo progetto non condiviso con nessuno che ha poi modificato da solo cavandosela con qualche incontro pubblico simbolico.

Mentre scoppiano nuove guerre ed emergono drammatiche discriminazioni di genere, Cinisello è fuori dalle reti dei comuni per volontà della giunta. C’è un rischio indifferenza?
“Questa è una precisa strategia politica volta a cancellare completamente dalla nostra città ogni riferimento alla cultura della pace e dei diritti. Una strategia che viene portata avanti anche a livello nazionale da una destra che crea il suo consenso trasformando le differenze in un pericolo su cui scatenare la paura della gente. Nel nostro Comune, l’operato del Sindaco è ancora più subdolo. Da cinque anni, sono state completamente eliminate ogni iniziativa o collaborazione con associazioni del territorio sui temi dei diritti e della pace. Questo viene fatto senza dichiarazioni e nel silenzio più totale, in modo pavido ma anche incoerente. Pochi giorni fa, un sostenitore del centrodestra mi ha scritto che oggi “serve maggiore attenzione per le famiglie tradizionali”: ma i diritti vanno avanti insieme, non a discapito di qualcuno, e per di più siamo di fronte al paradosso per cui questa è anche l’amministrazione che ha aumentato la tassa rifiuti del 40% proprio per le famiglie più numerose con figli”.

Redazione "La Città"

Articolo precedente

La storia locale in un murale sulla cinta di Villa Ghirlanda

Articolo successivo

Le “Regine” che toccano il cuore. Dalla RSA alla mostra di Lodi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *