17 Luglio 2024

Il giornale di Cinisello Balsamo e Nord Milano

Spiga d’Oro 2023, la cerimonia il 15 ottobre. Ecco chi sono i premiati

Giuseppe Meroni, Padre Mario Ghezzi e Angelo Borgonovo e Piero Ausilio. Sono i cittadini che domenica 15 ottobre all’auditorium del Pertini saranno insigniti della massima onorificenza del comune, la Spiga D’Oro 2023, che quest’anno celebra il 50esimo dell’attribuzione del titolo di Città a Cinisello Balsamo.

“Tre figure meritevoli riceveranno quest’anno il prestigioso riconoscimento civico. Queste onorificenze esprimono la nostra gratitudine per chi si impegna per il bene della nostra città e lo fa con passione, professionalità, dedizione e generosità. Si aggiungono la Spiga Speciale destinata a chi rappresenta l’eccellenza e due targhe alla Memoria per ricordare chi ha contribuito a scrivere pagine significative della nostra storia”, ha commentato il sindaco Giacomo Ghilardi.

La Spiga d’oro, introdotta nel 1987, verrà consegnata quest’anno al professor Giuseppe Meroni, per la sua passione educativa, che ha origine nell’incontro con Don Luigi Giussani e nell’esperienza da lui generata. Nel mondo della scuola e nel contesto sociale e culturale cittadino sono numerose le “generazioni” di giovani che sono state “sfidate” dalla sua proposta.    

La seconda Spiga dorata andrà a Padre Mario Ghezzi, missionario del Pime. Ha dedicato la sua vita ai bambini, ai giovani e agli ultimi. È un esempio di come la fede cristiana è servizio, carità e amore per i più deboli e proposta culturale per tutti.

La Spiga d’oro sarà anche per Angelo Borgonovo, da sempre impegnato nella vita sociale e associazionistica cinisellese, memoria storica locale e promotore di attività di valorizzazione dell’identità cittadina.

Alle tre onorificenze, si aggiunge anche una “Speciale Spiga d’Oro” che verrà assegnata a Piero Ausilio, direttore sportivo dell’Inter, che è stato residente a Cinisello Balsamo. Una vita dedicata allo sport, sempre da protagonista. Una carriera costellata di successi e notorietà che portano lustro all’Italia intera.

Le targhe alla Memoria riconoscono la generosità di due cittadini impegnati: Mario Ordan, presidente per molti anni dell’Associazione Sportiva di Donatori Sangue, che si è battuto per una Cinisello Balsamo più vivibile e inclusiva, e Angelo Berto, il “vigile di Cinisello”, ha insegnato Educazione e sicurezza stradale nelle scuole per diversi anni ed è stato responsabile della sezione WWF Parco Nord e promotore del Gruppo comunale di Cinisello Balsamo dell’AIDO.

Redazione "La Città"

Articolo precedente

Cultura e spettacolo: gli eventi di ottobre nel Nord Milano

Articolo successivo

Sede inadeguata e costosa, l’appello alla città della Filarmonica Paganelli

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *