21 Maggio 2024

Il giornale di Cinisello Balsamo e Nord Milano

La mostra collettiva “Anima” apre la stagione del Centro Culturale Click Art

Il Centro Culturale Artistico Click Art ha dato il via alla stagione 2023-2024 con una mostra collettiva dal titolo “Anima”. La realtà cormanese, che si occupa in particolare di arte contemporanea, ha inaugurato la rassegna sabato 16 settembre in presenza delle autorità cittadine e del gruppo di artisti che ha partecipato all’iniziativa.

La mostra è stata curata da Luigi Profeta e presentata da Paolo Avanzi. Il tema scelto, “Anima”, che ha dato, come già indicato, anche nome all’esposizione, è stato inteso come un’indagine sulle emozioni più profonde che l’arte può suscitare e che scaturisce in diverse forme espressive. Per questa ragione le opere selezionate, illustrate da ogni singolo autore durante l’evento inaugurale, sono fra le più varie in quanto a soggetti rappresentati, tecniche utilizzate e colori scelti. Molteplici sono, infatti, le suggestioni a cui lo spettatore è sottoposto e intenso il fascino che ognuna di loro è in grado di comunicare attraverso le peculiari ricerche espressive che caratterizzano i singoli autori.

L’interessante e coinvolgente rassegna può essere visitata fino al 28 settembre da martedì a sabato (9.30-12.00 / 15.30-19.00) presso Click Art in via Dall’Occo 1 a Cormano.

Gli artisti partecipanti

Massimo Ferlicca – Max Luce, Gianmaria Lafranconi, Luigi Franco, Liliana Fumagalli, Beatrice Di Francescantonio, Olga Polichtchouk, Giovanna Mancuso, Camelia Rostom, Susanna Maccari, Paolo Avanzi, Rino Minetti Eleonora Profeta, Luigi Profeta, Daniele Di Liddo – Dadil, Paolo Pellegrini, Daniela Doni, Rudi Waser, Michele Sliepcevich, Carmelo La Gaipa – lelo, Gregorio Giuranna.

Emanuele Lavizzari

Dopo un titolo accademico in Lingue e Letterature Straniere ha lavorato in ambito turistico-alberghiero tra Spagna, Italia e Germania. In seguito a un master universitario in ideazione e produzione audiovisiva approda al giornalismo. Ha collaborato con alcune testate locali in Lombardia, prima di giungere all’Associazione Italiana Sommelier Editore, dove attualmente è responsabile del coordinamento redazionale e direttore editoriale della rivista “Vitae”. Ama l’impressionismo musicale, la poesia simbolista e le contaminazioni fra generi nella musica e nella letteratura. Passa agevolmente da una tastiera di pc a quella di un pianoforte, anche se tra i due preferisce decisamente il secondo. Questo è il motivo per cui si è dedicato a ulteriori studi e ha conseguito una laurea magistrale in Scienze della Musica con una tesi sul compositore spagnolo Manuel de Falla. Suoi grandi interessi sono anche l’atletica leggera e la televisione. Ha corso tanti chilometri in pista, su strada e su percorsi campestri e non si è ancora stancato di farlo.

Articolo precedente

Terremoto nello sport a Cormano, si scoglie il direttivo Asic

Articolo successivo

La celebre femminista che scelse di vivere al Milanino

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *