21 Giugno 2024

Il giornale di Cinisello Balsamo e Nord Milano

A Balsamo l’irrinunciabile pizza del “Biondo”

Figlio di un pizzaiolo e di una fornaia, nipote di pizzaioli e fornai palermitani. Una tradizione che si tramanda da più generazioni quella che ha voluto perseguire anche Gianluca Rizzo meglio conosciuto in città come Il Biondo, oggi proprietario della “Pizzeria al Trancio dal Biondo” di Via Sant’Antonio 13 a Cinisello. Non è stato difficile diventare pizzaiolo per lui che ha assaporato la fragranza della pizza fatta da “papà Vincenzo” fin da bambino.

Un amore tramandato dai genitori, dagli zii, dai nonni. Suo padre lo ha preso a lavorare con sé a quattordici anni, Gianluca non voleva più continuare a studiare, desiderava invece fortemente imparare l’arte del pizzaiolo. Il suo impegno era immenso, non si stancava mai di recarsi in bottega e amava lavorare la farina accanto a suo padre. Nemmeno un anno di pausa per il militare gli ha fatto cambiare idea, anzi, a 21 anni, il 22 giugno di 25 anni fa, giorno del compleanno di sua moglie, si mise in proprio.

“E’ una vita di sacrifici, non esistono sabati né domeniche, scordati i giorni di festa, pensaci bene” – gli diceva papà Vincenzo. Ma le raccomandazioni anziché farlo desistere rafforzarono la sua passione. Si emoziona parlando di suo padre, un papà presente, attento, generoso. “Lo era allora e lo è ancora adesso – racconta Il Biondo – nomignolo affibbiatogli perché da piccolo era biondissimo e tutti lo chiamavano così. “Devo tutto a mio padre-continua Gianluca- ma non solo a lui, ho accanto a me una donna meravigliosa, mia moglie Laura, spero capisca quanto le sono grato, so cosa ha significato sposare un uomo che spesso è assente, con due gemelli poi per lei è stata durissima”. Insieme hanno affrontato tanti impegni, i debiti, le preoccupazioni eppure Laura, non manca mai di sorridere e di portare sollievo nei momenti difficili.

“Il Biondo” oltre che per la sua famiglia è un riferimento per la nostra città, da sempre le scuole si rivolgono a lui nei momenti di festa, attento e disponibile nell’offrire prezzi calmierati. Si è anche contraddistinto nel periodo pandemico omaggiando il personale dei reparti di rianimazione negli ospedali di Cinisello e di Sesto San Giovanni o ai volontari della Protezione Civile. Il Biondo si è sempre avvalso di personale dal comportamento irreprensibile e oggi vanta un organico di cui fanno parte, da quasi vent’anni, due dipendenti albanesi che stima moltissimo per la loro serietà e attaccamento al lavoro, sua cognata Patrizia per la quale nutre stima e grande affetto, altri collaboratori per le consegne come il mitico Antonio che tutti conoscono per la sua gentilezza d’animo e collaborazioni saltuarie da parte della moglie, dei genitori, dei suoceri. 

Con la Pizza al trancio dal Biondo abbiamo potuto conoscere un pezzetto in più della nostra

città, che dire…”BUONA PIZZA A TUTTI”

Stefania Vezzani

Collaboro col giornale dal 2013. La mia indole, allegra e cordiale, mi aiuta ad affrontare la vita con ottimismo.

Articolo precedente

Attesa per l’obelisco rinnovato. “Lavori verso la conclusione”

Articolo successivo

Si dimette consigliere. Convocato il consiglio di domenica per sostituirlo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *