28 Febbraio 2024

Il giornale di Cinisello Balsamo e Nord Milano

Da luglio a settembre, l’estate di chi resta in città

Inaugurato sabato 1 luglio il calendario degli appuntamenti estivi per chi trascorre la stagione calda in città, con un occhio di riguardo per gli anziani e le situazioni di fragilità. L’Amministrazione comunale, insieme ad Auser e altre realtà attive sul territorio, come Anffas Nord Milano e Associazione Sorriso, hanno preparato un programma di eventi, da luglio a settembre, per offrire l’opportunità di momenti di aggregazione, socialità e attenzione contro solitudine e isolamento che sono le situazioni più probabili nei mesi canonici dedicati alle vacanze, quando molte attività commerciali chiudono e tanti cittadini raggiungono le mete di villeggiatura o di origine.

Fino al 29 settembre, il Parco Ariosto e il Salone Matteotti, in caso di maltempo, saranno le location dove avranno luogo tornei di bocce o di carte, balli e musica di tutti i generi, momenti di animazione per i più piccoli, karaoke e molto altro, cercando di incontrare i gusti e coinvolgere tutti. Da menzionare, in particolare, il 22 luglio la Festa dei popoli delle comunità straniere con cibi tradizionali e musica dal vivo; il 10 agosto, speciale festa di S. Lorenzo e il 15 agosto, il tradizionale pranzo di Ferragosto.

In questi giorni è in distribuzione una locandina con tutto il programma delle iniziative, una brochure, il tutto anche pubblicato e scaricabile sul sito istituzionale al link: https://bit.ly/Esateincitta2023


“Torna, anche quest’anno, il calendario di appuntamenti con tanti e diversi momenti di aggregazione e divertimento per tutti coloro che restano a Cinisello Balsamo durante i mesi di luglio, agosto e settembre. Sempre tante occasioni conviviali per andare incontro ai gusti di tutti, dai più piccoli ai più grandi, e non lasciare solo nessuno. Scegli l’attività che preferisci e noi ti aspettiamo per trascorrere insieme momenti sereni e gioiosi!”. Hanno commentato il Sindaco, Giacomo Ghilardi e l’assessore Welfare e Centralità della persona, Terzo settore, Riccardo Visentin.

Redazione "La Città"

Articolo precedente

Cultura e spettacolo: gli eventi di luglio nel Nord Milano

Articolo successivo

Ragazzina disabile resta senza sedia a rotelle. “Nel vuoto la richiesta all’ASST”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *