13 Aprile 2024

Il giornale di Cinisello Balsamo e Nord Milano

Lorenzo Chiereghin e le sue “Lettere a un giovane lettore”

Un evento per conoscere il suo ultimo lavoro e approfondirne i contenuti. Lorenzo Chiereghin, apprezzato scrittore della nostra città, a distanza di alcuni mesi dall’uscita di “Lettere a un giovane lettore”, edito da Nulla Die, ha organizzato nella Sala dei Paesaggi a Villa Ghirlanda una serata per avvicinare il pubblico al suo più recente libro e spiegare la genesi di queste pagine.

La formula utilizzata per raccontare quest’opera epistolare ha visto un’interessante sinergia con altre due discipline artistiche: la danza e la recitazione. Sara Albano ha preparato una coinvolgente coreografia che ha aperto la presentazione, portando in scena il libro come se fosse un elemento vivo, con una propria identità e un’anima pulsante. Fabio Capriuolo è stato la voce recitante che ha fatto risuonare alcuni dei passaggi più significativi del volume.

Momento rilevante della serata è stata la proiezione del video intitolato “Effetti collaterali dell’attesa” (disponibile sul canale YouTube dell’autore), diretto e montato dal già citato Fabio Capriuolo, un monologo dello scrittore che riferisce il suo singolare e personale rapporto con la scrittura, un’esperienza che l’ha aiutato a discendere dentro sé stesso. “Fin da quando ero bambino – racconta Chiereghin con la sua stessa voce – mentre i miei compagni di classe erano intenti a giocare all’intervallo, io ero assalito da una miriade di teorie allo stato embrionale. Teoremi confusi, che mi occupavano la mente senza darmi tregua. E non sapevo come fare per liberarmene, non avevo i mezzi per farlo. A sei anni, in verità, ero già uno scrittore. L’ho sempre saputo. Era il mio segreto”. Prima del dibattito in sala sulla nuova opera è stato proiettato un secondo video con citazioni tratte da film e documentari su artisti e scrittori che hanno caratterizzato gli anni di formazione di Chiereghin e ne hanno influenzato il pensiero.

Prendendo come riferimento le Lettere a un giovane poeta di Rainer Maria Rilke, scrittore boemo di lingua tedesca vissuto tra la fine del XIX e l’inizio del XX secolo, l’autore cinisellese ha composto una corrispondenza epistolare con un ipotetico giovane lettore. Le sue missive, firmate come “Il vostro Eretico errante” – un alter ego dello scrittore dal titolo di una sua opera del 2017 – si rivolgono in primis a lui stesso in età giovanile, ripensando ai suggerimenti che avrebbero potuto orientarlo negli anni della sua formazione, ma contemporaneamente rappresentano una voce indirizzata a qualsiasi lettore impegnato a districarsi nel difficile percorso alla scoperta della letteratura e della filosofia. Le pagine raccolgono una serie di consigli utili e rappresentano un imperdibile volume per tutti coloro che hanno sete di cultura.

Foto di Luca Ronchi

Emanuele Lavizzari

Dopo un titolo accademico in Lingue e Letterature Straniere ha lavorato in ambito turistico-alberghiero tra Spagna, Italia e Germania. In seguito a un master universitario in ideazione e produzione audiovisiva approda al giornalismo. Ha collaborato con alcune testate locali in Lombardia, prima di giungere all’Associazione Italiana Sommelier Editore, dove attualmente è responsabile del coordinamento redazionale e direttore editoriale della rivista “Vitae”. Ama l’impressionismo musicale, la poesia simbolista e le contaminazioni fra generi nella musica e nella letteratura. Passa agevolmente da una tastiera di pc a quella di un pianoforte, anche se tra i due preferisce decisamente il secondo. Questo è il motivo per cui si è dedicato a ulteriori studi e ha conseguito una laurea magistrale in Scienze della Musica con una tesi sul compositore spagnolo Manuel de Falla. Suoi grandi interessi sono anche l’atletica leggera e la televisione. Ha corso tanti chilometri in pista, su strada e su percorsi campestri e non si è ancora stancato di farlo.

Articolo precedente

Un libro di poesie (dei ragazzi) per festeggiare l’AIDO

Articolo successivo

Sindrome di Wolfram, domani l’atteso seminario di Villa Ghirlanda

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *