22 Giugno 2024

Il giornale di Cinisello Balsamo e Nord Milano

La scuola della Crocetta resiste. Niente abbattimento per l’Anna Frank

Il dossier Anna Frank è sul tavolo della nuova giunta di Cinisello Balsamo dal giorno dopo l’insediamento di sindaco e assessori. La scuola della Crocetta dovrebbe rimanere al suo posto ed anzi, fondi permettendo, venire riqualificata. Pare quindi tramontata l’idea della prima giunta Ghilardi di abbatterla per fare spazio ad una nuova piazza-giardino e recuperare metri quadrati dal reticolo di palazzoni del quartiere.

Bisogna che il progetto stia in piedi economicamente, abbia la sostenibilità e rientri nel piano da 14 milioni di euro concessi da Regione Lombardia per realizzare l’Entangled, ovvero la rigenerazione urbana della Crocetta. Fanno sapere dal comune.

Saranno state le vibranti proteste dei comitati di quartiere ed anche l’atteggiamento aperto ma determinato della dirigenza scolastica della Anna Frank a far cambiare idea alla giunta, che rivendica comunque di aver intrapreso un percorso di confronto che ha portato a diverse ipotesi sul progetto.

Ora si riparte con più calma, ad urne chiuse e meno tensioni. Ma se la scuola è salva restano i servizi sociali del quartiere da rilanciare senza vederli sacrificati. Ghilardi sa che la partita è di quelle su cui si giocherà parte del mandato appena iniziato ma in Crocetta ora ci va con maggiore serenità, visti i risultati elettorali che proprio in quel quartiere lo hanno premiato.

Redazione "La Città"

Articolo precedente

Toni concilianti ma no al contradditorio. Il Consiglio non parte affatto bene

Articolo successivo

La scuola Anna Frank resiste. “Abbiamo vinto”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *