12 Aprile 2024

Il giornale di Cinisello Balsamo e Nord Milano

120 anni di UniAbita, una targa a ricordo della prima casa di cooperativa

Domani 30 maggio è un giorno speciale per UniAbita e per Cinisello Balsamo. Si celebra il 120esimo anno della fondazione della cooperativa di abitanti che oggi è diventata la più grande realtà del settore in Italia. Il presidente Pierpaolo Forello svelerà, insieme con la vicepresidente Letizia Villa, svelerà alle 18 la targa commemorativa laddove fu posata la prima pietra per la costruzione della prima casa a proprietà indivisa: via Villa a Cinisello Balsamo. Alla cerimonia saranno presenti le istituzioni cittadine, il Consiglio di Amministrazione, l’ex Presidente di UniAbita Gianmatteo Marangoni e ad alcuni membri della cooperazione sestese che fanno parte della storia della cooperativa.

“Un traguardo che è giusto ricordare e celebrare nel modo migliore e con tutti gli onori del caso. 120 anni fa i primi cooperatori iniziarono a lavorare per soddisfare il bisogno abitativo nella formula paritaria e sostenibile della proprietà indivisa che ancora oggi esiste e rappresenta il maggiore impegno della nostra cooperativa, ancora oggi in questo territorio segnato da nuovi bisogni e problemi. Dopo tutti questi anni ci siamo, siamo pronti e rilanciamo il nostro impegno”, spiega il presidente Forello.

Un impegno che è stato messo nero su bianco anche quest’anno con la chiusura del bilancio di esercizio di UniAbita, che risulta in attivo al netto delle imposte e ed è frutto di un attento lavoro di risanamento e di rilancio della Cooperativa, avviato già nel 2015 e portato avanti costantemente in questi anni. Il 30 maggio è il giorno in cui si tiene anche l’Assemblea Generale di UniAbita, a conclusione delle assemblee separate di bilancio che hanno impegnato i soci dal 10 al 17 maggio. A presiedere l’Assemblea è stato chiamato Ivano Bison, giornalista e già direttore de La Città, socio della cooperativa e grande conoscitore della sua storia. Un riconoscimento che il Cda ha rivolto a Ivano per l’impegno nella vita sociale e culturale di Cinisello Balsamo. A cui si unisce tutta la nostra redazione.

“Grazie al lavoro di tanti soci, del consiglio di amministrazione oltre che dei dirigenti, oggi UniAbita ha in conti in ordine e le carte in regola per affrontare il futuro. Intendiamo onorare la nostra missione di cooperatori e di continuare a dare a casa a chi ne ha bisogno in un quadro generale ricco di sfide e di nuovi bisogni abitativi e sociali”, afferma il presidente Forello.

Domani poi nelle sale di Villa Casati Stampa si terrà la cena per festeggiare i 120 anni della Cooperativa. Festeggiamenti che proseguiranno con alcuni eventi fino al prossimo autunno. Presenti alla cena le istituzioni politiche di Cinisello Balsamo e Sesto San Giovanni, i presidenti della cooperazione territoriale, tra cui il Presidente di Legacoop Lombardia, nonché membro dell’International Cooperative Alliance-Attilio Dadda, dell’associazionismo locale, tra cui Fondazione Auprema, Consorzio Residenze del Sole, Fondazione Stein e del terzo settore. Senza dimenticare i delegati dei soci, in rappresentanza del corpo sociale, vero cuore di UniAbita.

Redazione "La Città"

Articolo precedente

Cinisello Balsamo Civica e il dopo elezioni. “Non ci fermiamo”

Articolo successivo

Il centrosinistra la spunta a Cologno. Zanelli è il nuovo sindaco

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *