26 Maggio 2024

Il giornale di Cinisello Balsamo e Nord Milano

La sorpresa Cairo. Il trionfo del sindaco silenzioso

La vera sorpresa di queste elezioni comunali nel Nord Milano è Simone Cairo. Il sindaco di Bresso ha vinto largamente al primo turno sull’avversario di centrosinistra Antonio Galliano. I numeri in percentuale parlano chiaro: 64,7 a 35,2 con il caso della lista personale di Cairo che tocca il 36,6% dei consensi, diventa primo partito e materiale di studio per gli appassionati.

Su tutto, come da altre parti pesa l’astensione generalizzata. A Bresso vota la metà degli aventi diritto ed è un aspetto non secondario che condiziona esiti e strategie. Tuttavia la vittoria così rotonda del sindaco uscente riesce ad oscurare il tema ingombrante della diserzione al voto. Ed era dai tempi del sindaco Giuseppe Manni, (DS e poi PD) che non si vedeva un tale plebiscito in città.

Cosa assai misteriosa per molti osservatori. Perché Manni era conosciuto e stimato trasversalmente per un carattere allegro e propositivo mentre Cairo sembra molto più riservato e defilato. Eppure nei cinque anni di amministrazione ha saputo costruire relazioni significative soprattutto tra volontariato e parrocchie. E cementare un elettorato “civico” di stampo moderato, da sempre caratteristica della maggioranza del corpo elettorale bressese, che prescinde dai partiti, visto che le principali forze di coalizione, Fratelli d’Italia e Lega, si fermano rispettivamente al 14,3% e 8,3%.

Eppure i problemi di Bresso sono molti e visibili. La grande incognita del peso che il cantiere della metrotranvia avrà sulle attività economiche e sulla vita dei residenti si pensava che avrebbe condizionato il voto. Forse lo ha fatto ma a favore del sindaco uscente. Oppure la chiusura della piscina comunale, unica nella zona a non essere riuscita a riaprire dopo il covid. L’avversario Galliano ha putato molto su questa vicenda, cercando di smuovere l’interesse dei bressesi, che evidentemente erano impegnati a pensare ad altro.

Redazione "La Città"

Articolo precedente

Ghilardi vince anche alla Crocetta, nonostante la Anna Frank

Articolo successivo

Piano City arriva al Trivulzio con un concerto tutto al femminile

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *