24 Maggio 2024

Il giornale di Cinisello Balsamo e Nord Milano

La pattuglia dem e la resistenza allo strapotere di Ghilardi

La pattuglia di dem in consiglio comunale è composta da quattro uomini e quattro donne. Saranno loro il pilastro di un’opposizione che si preannuncia difficile, stando alle forze in campo. In aula la maggioranza può contare su 15 consiglieri contro i 9 complessivi della minoranza (8 dem e il civico Mario Pregnolato). Numeri che mettono al sicuro il sindaco Giacomo Ghilardi e gli consentono di procedere spedito e sereno sulle decisioni da prendere.

E tuttavia la qualità del lavoro di opposizione potrebbe pesare sui destini futuri della città, tanto quanto la forza del rieletto sindaco. Così gli occhi sono puntati sia sul primo cittadino, che con questa larga vittoria apre nuove e più grandi aspettative, sia sul gruppetto dei consiglieri di opposizione. A loro il compito tutt’altro che semplice di rimanere in vita, facendo sapere a una città distratta e poco interessata alle questioni della politica (ha votato solo il 46% degli aventi diritto) che la sinistra esiste ancora e lotta.

Marco Tarantola, consigliere uscente, con i suoi 482 voti di preferenza è il più votato del centrosinistra, seguito da Mariarita Morabito che di voti ne prende 425 ed è la vera sorpresa di queste elezioni in casa dem. Buon risultato anche per il segretario del PD Alberto Galli, eletto con 347 voti. Gli altri eletti sono Sara Scebba (291), Paola Gobbi (210), Alberto Amariti (181), Sabrina Gatto (167) e Luca Ghezzi, candidato sindaco.

Redazione "La Città"

Articolo precedente

La sconfitta PD va oltre i demeriti. Ora spazio ai giovani

Articolo successivo

Ghezzi riconosce la vittoria di Ghilardi. “Astensione una disfatta”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *