22 Febbraio 2024

Il giornale di Cinisello Balsamo e Nord Milano

I nomadi finiscono nel programma di Ghilardi. “Ricorda una circolare fascista”

Fa discutere quella frase contenuta nel programma elettorale del sindaco Giacomo Ghilardi, alla voce sicurezza dove si legge: “Abbiamo azzerato la presenza dei nomadi nei quartieri periferici”. Sono molte le persone che in ultimi giorni di campagna elettorale, si vota domenica e lunedì prossimi, hanno storto il naso per via dell’accostamento sicurezza-nomadi, come se l’essere nomadi fosse di per sé un fatto criminogeno.

Tra le voci che in queste ore stanno tenendo accesa la polemica c’è quella di Mariarita Morabito, candidata capolista PD al consiglio comunale. “Notando i termini utilizzati “azzerato” e “nomadi”, inevitabilmente non possiamo non ricordare quando negli anni ’20, con una circolare del Ministero dell’Interno, l’allora governo fascista mise nero su bianco l’intenzione di epurare il territorio nazionale dalla presenza degli zingari, ritenuti pericolosi per la sicurezza e l’igiene pubblica”, scrive Morabito sui social.

“Ma il fascismo non esiste, dicono in molti. Ma allora cosa ci sta comunicando il sindaco? E a chi?

Non voglio essere pretestuosa, nonostante ci possano essere precedenti che potrebbero avallare un pensiero non sano, quindi, pensando positivo, mi chiedo se, piuttosto, ai nomadi che stazionavano nella zona vicino a Legambiente-Grugnotorto, per “azzerarli” abbia dato loro una casa, nel pieno spirito leghista del “prima gli italiani”, afferma la candidata dem.

Redazione "La Città"

Articolo precedente

Lavori h24 in città ma le strade restano senza segnaletica

Articolo successivo

Galliano chiude la campagna di Bresso con Majorino

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *