13 Aprile 2024

Il giornale di Cinisello Balsamo e Nord Milano

La Crocetta vuole chiarezza. Stasera confronto tra candidati sindaci

Questa sera alle ore 21, il Centro Anziani di Via Friuli n°7, ospiterà un incontro promosso dal neonato Coordinamento Crocetta. A confronto, i cinque attuali candidati sindaci: Sergio Agrello, Giuseppina Gentile, Luca Ghezzi, Giacomo Ghilardi, Roberto Mastromatteo. Focus della serata il tanto discusso progetto Entangled, proposto in Regione Lombardia dall’attuale Amministrazione Comunale e grazie al quale sono stati vinti 15 milioni di euro, destinati, lo ricordiamo, alla riqualificazione del quartiere Crocetta.

Un progetto la cui delibera è depositata sull’albo pretorio del Comune e che prevede come prima fase di attuazione, l’abbattimento dell’Istituto a metodo Montessori Anna Frank. “Abbiamo sollecitato questo incontro-confronto – afferma Marco Abbate Presidente del Coordinamento Crocetta- nella speranza di ricevere le rassicurazioni che la scuola non venga abbattuta e che i servizi non vengano tolti dal quartiere, anzi, che vengano migliorati”. Un coordinamento che cresce ogni giorno e che raccoglie sempre più consensi, di cui fanno parte abitanti del quartiere di ogni colore politico.

Nessuno vuole perdere questo inaspettato quanto prezioso finanziamento – ci tengono a ribadire alcuni membri del Comitato- ma nel rispetto del quartiere, delle sue dinamiche, dei bisogni di chi il quartiere lo vive. Le elezioni del 14 e 15 maggio sono alle porte: questa sera i candidati sindaci avranno anche modo di spiegare il loro programma politico più in dettaglio, rispetto alla questione ” Sicurezza-Degrado in Crocetta”. D’altro canto i loro probabili e possibili elettori oltre che ad ascoltare, potranno porre domande precise.
A moderare l’incontro Diego Motta, giornalista di Avvenire.

Stefania Vezzani

Collaboro col giornale dal 2013. La mia indole, allegra e cordiale, mi aiuta ad affrontare la vita con ottimismo.

Articolo precedente

Cascina Cornaggia abbandonata, “tre milioni mai spesi dalla giunta”

Articolo successivo

Il sovrappasso abbandonato. “Sei anni senza un accordo tra i comuni”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *