23 Febbraio 2024

Il giornale di Cinisello Balsamo e Nord Milano

Manifesti elettorali abusivi, qualcuno resiste e scoppia la polemica

Alcuni manifesti elettorali affissi abusivamente restano al loro posto, nonostante le segnalazioni e le successive polemiche dei giorni scorsi tra le forze politiche di Cinisello Balsamo. E’ il caso di via Marconi in cui i manifesti di un candidato della coalizione che sostiene il sindaco uscente Ghilardi continuano a campeggiare sugli spazi non ancora aggiudicati dalle norme regolano la campagna elettorale. La denuncia questa volta arriva da La Città Giusta, la lista civica di sinistra che sostiene il candidato sindaco Luca Ghezzi.

“Una prima segnalazione, cortesemente fatta in via informale, al sindaco uscente Ghilardi riguardo a questi e ad altri suoi manifesti esposti negli spazi commerciali e non ancora coperti come, invece, correttamente fatto con quelli del candidato sindaco Luca Ghezzi, ha prodotto una risposta in linea con il comportamento tenuto dalla (ormai ex) amministrazione in questi 5 anni: sorriso, un ringraziamento, la promessa di intervenire prontamente, e un nulla di fatto”, scrive La Città Giusta in una nota.

“La segnalazione pubblica fatta in seguito ha portato un’altra reazione tipica del sindaco uscente Ghilardi e della sua (ormai ex) giunta: un vago e infondato piagnisteo vittimista alla Calimero. E nessuna azione nel merito. Nel plaudire alla coerenza delle reazioni, nulle e fumose come l’attività amministrativa di questi anni, spiace constatare che l’unico atto di una certa concretezza di un candidato della coalizione del sindaco uscente Ghilardi sia palesemente scorretto. Si vede che, da quelle parti, piace così”, conclude la nota.

Redazione "La Città"

Articolo precedente

40 anni da infermiera, la capolista PD: “Mi prendo cura di Cinisello”

Articolo successivo

Oltraggiata la mostra dell’ANPI al Parco Nord

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *