22 Febbraio 2024

Il giornale di Cinisello Balsamo e Nord Milano

Addio a Vincenzo, storico benzinaio di via Lincoln

Oggi nella Parrocchia San Luigi di Piazza Gramsci si è celebrato il funerale di Vincenzo D’Errico, Enzo per gli amici. Enzo, il benzinaio storico di Cinisello, era anche un ottimo meccanico che gestiva con passione l’officina all’interno della pompa Q8 di Via Lincoln angolo Via Robecco. Una chiesa, quella di San Luigi che non è riuscita a contenere le tante persone che hanno partecipato per rendere l’ultimo saluto a Enzo e che desideravano manifestare la propria vicinanza alla sua famiglia.

Enzo lascia una moglie, due figli, un nipote, una nuora che a luglio lo avrebbe reso ancora nonno. 61 anni appena compiuti, aveva manifestato i primi problemi di salute a gennaio quando inaspettatamente era stato ricoverato d’urgenza. Lui e sua moglie avrebbero dovuto partire con altre coppie di amici carissimi tra cui Bernardo Aiello che si conoscevano dai  tempi in cui era Comandante dei Carabinieri.  In quell’occasione nessuno partì, nessuno voleva lasciare Enzo e sua moglie Olivia. Un viaggio che non poté più essere rifatto perché Enzo non si riprese più completamente.

Aiello piange la sua scomparsa: “Non ho perso solo un amico, ho perso un fratello che resterà sempre nel mio cuore-la nostra era un’amicizia vera, disinteressata” Enzo era sempre disponibile per tutti, anche di notte se c’era un problema di meccanica da risolvere – ci racconta Aiello. Sempre allegro e giocherellone, amava scherzare e i social ne sono una prova con le tante foto divertenti postate e in quelle rare occasioni in cui si arrabbiava durava talmente poco da tornare a riderne. “Olivia, Lilli per gli amici – continua Bernardo- non resterà sola, noi continueremo a starle vicino. La redazione de La Città si unisce al dolore della famiglia.

Stefania Vezzani

Vivo a Cinisello da sempre e mi ritengo una persona fortunata: ho avuto nonni speciali e ho genitori affettuosi. Mi hanno resa forte, ottimista, mi hanno insegnato che nella vita se hai qualcosa lo devi condividere. Da qui il mio forte bisogno di rendermi utile. Vivo con questa filosofia:  "Chiediti se ciò che fai agli altri, ti farebbe del male se a riceverlo fossi tu". Collaboro col giornale dal 2013, mamma di tre figli, felicemente sposata, ritengo un dono l'amicizia, sono allegra, amo leggere, scrivere, cucinare, camminare, adoro stare all'aria aperta.

Articolo precedente

Istituto “Cartesio”, studenti cinisellesi in proficua escursione didattica a Bergamo

Articolo successivo

40 anni da infermiera, la capolista PD: “Mi prendo cura di Cinisello”

Un commento

  • Ha detto bene il sacerdote nell’omelia: “Ciascuno dei presenti si è sentito amato da Enzo”. È proprio così, sorridente, disponibile sempre, capace di addolcire la realtà, aveva anche un sesto senso, “sentiva” l’altro con le proprie tristezze, e cercava di mettere rimedio.
    Una volta mi ha invitato a casa sua a pranzo, così, senza motivo, forse aveva letto un po’ di stanchezza nel mio andare. Mi ha detto con una risata: “Ci sono delle triglie pescate ieri che stanno ancora sorridendo!” È stato convincente, la sua porta aperta, la Lilli, perfetta dolcissima moglie… un relax che ha sollevato stanchezza e cuore.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *