14 Aprile 2024

Il giornale di Cinisello Balsamo e Nord Milano

L’abbandono dell’ex liceo Peano, chiuso dal 2013

Torna a far parlare di sé l’ex liceo Peano di Cinisello Balsamo. Questa volta ci hanno pensato gli autonomi con una scritta apparsa sui pannelli elettorali proprio lì davanti (in città si vota a maggio per il rinnovo di sindaco e consiglio comunale) che dice: “La vera illegalità è l’abbandono”. Una dichiarazione che fa discutere perché ricorda alla città lo stato di abbandono del plesso scolastico, chiuso dal 2013.

L’unica cosa certa è che su quello che fu il campetto di calcio del liceo sorgerà la fermata Lincoln della M5, il cui spostamento è stato voluto dalla giunta di centrodestra in carica. Sulle sorti del palazzone di sette piani invece non sembrano esserci soluzioni immediate. Lo stabile è di proprietà della Città Metropolitana ma l’ultimo incontro pubblico sul tema si è tenuto ne 2019.

In quell’occasione fu l’assessore all’urbanistica Enrico Zonca a dichiarare l’immobile “strategico per il futuro del Nord Milano”. “Dopo gli indicibili insulti e le critiche del PD cinisellese sulla collocazione della fermata M5 in via Lincoln, – dichiarava Zonca quattro anni fa – qualcuno si è subito adeguato e ora cerca la “collaborazione istituzionale” per trasformare l’edificio in un pensionato studentesco e housing sociale, però cerca finanziamenti privati per realizzarlo, poiché con la Legge Delrio le province non hanno più soldi per fare questi investimenti. Ora chiedeteli a chi ha aspramente criticato la fermata Lincoln di M5”.

Tuttavia l’idea del comune di Cinisello Balsamo di spingere per una conversione della struttura in un “contenitore polifunzionale”, con spazi dedicati alla ricerca, al coworking e con alloggi dedicati agli studenti universitari, non sembra avere trovato, almeno per il momento, le gambe per camminare.

Redazione "La Città"

Articolo precedente

Raccolta di firme (con festa) per la Città Giusta

Articolo successivo

Otto liste, l’ingorgo davanti alla porta di Ghilardi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *