20 Aprile 2024

Il giornale di Cinisello Balsamo e Nord Milano

Chi osa sfidare Ghilardi? “Uno scemo del villaggio”

Nel resoconto della riunione pubblica, avvenuta sabato scorso, quando Giacomo Ghilardi ha presentato le proprie liste, abbiamo fatto cenno ad alcune particolarità che, a nostro avviso, andrebbero approfondite. In particolare ci ha colpito il piglio del Senatore, Sandro Sisler, noto in città per essere stato l’amministratore unico di, Nord Milano Ambiente, eletto nella appena nata legislatura e attualmente membro della Commissione Giustizia del Senato.

Sisler, che pur è laureato in giurisprudenza, nella sua breve prolusione esaltante le magnifiche sorti toccate alla destra cinisellese, non ha evitato di utilizzare toni irridenti nei confronti dei prossimi avversari che avranno l’ardire di contendere la carica di sindaco a Ghilardi.

Vi ha fatto esplicito riferimento parlandone in modo spregiativo utilizzando e alludendo, non tanto nascostamente, ad: “uno scemo del villaggio”. Proprio così!

Antonio Gramsci definirebbe la cosa “boria di partito” della quale si è dimostrato tipico esempio l’esimio e stereotipato rappresentante di Fratelli d’Italia. È nota la formale buona educazione del Sindaco attualmente in carica e per questo ci sarebbe da domandarsi se, Giacomo Ghilardi, ascoltando quelle parole (che tutti hanno udito) non abbia subito un pur lieve contraccolpo.

Sisler si è dimostrato in quella circostanza un meloniano di ferro che non sa andare oltre alle conclamate posizioni della destra in doppiopetto, da Almirante in poi. Meloniano, poiché anche la Presidente del Consiglio (come il Fonzie di “Happy Days”) ha faticato nella sua contorta dialettica nel citare le Fosse Ardeatine. Con questa cadenza non mancherà molto che troveremo chi, dopotutto, le paragonerà alle Foibe.

Non crediamo che ciò possa turbare la larga platea che stava ascoltando Sisler, tuttavia è l’altra parte che si sentirà colpita da cotanta arroganza, da non confondere con la malacreanza. Ciò evidenzia invece una conclamata propensione allo squadrismo verbale di cui è campione, Ignazio La Russa che presiede a Palazzo Madama, luogo dove ha uno scranno lo stesso Sisler.

Il senatore della destra, eletto a Cinisello Balsamo, nella sua dispiegata prosopopea non tiene conto, visceralmente avversandoli, degli aspetti valoriali che possono animare chi intende correttamente concorrere al ruolo di primo cittadino.

Non sappiamo se qualcuno le chiederà, cionondimeno le scuse da parte di Sisler sono un obbligo. Esse sarebbero dovute per la carica che egli ricopre e a una corretta forma di rispetto istituzionale.

Ivano Bison

Articolo precedente

Cinisello si rifà il look. Quasi pronta la nuova ciclabile

Articolo successivo

Sì della giunta a nuove residenze nell’area dell’ex Pirelli CF Gomma

2 commenti

  • Il sistema fatto di manovalanza addetta al lavoro sporco entra in funzione anche a livello locale.
    Un senatore della repubblica che si abbassa a questo ruolo ci dà la misura del livello di insieme di questa destra ignorante e arrogante.
    Non possono durare tanto e, a livello locale, meglio fermarli subito.
    Lo dico ai cinisellesi che la votano ritenendola molto più di quello che è in realtà.

  • È iniziata la campagna elettorale, ed ognuno la gestisce come può.
    Non ho idea a chi si riferisse Sisler, però è ipotizzabile. Forse alla stessa persona querelata dal Sindaco e dal Vicesindaco, non so se anche dal Senatore, per diverse affermazioni fatte dallo ” scemo del villaggio”su parenti ed amici sistemati con metodi poco chiari, persona che è stata recentemente assolta per non aver commesso alcun reato e a cui sembra i querelanti debbano risarcire i danni e pagare le spese legali.
    Ipotizzo. Potete intervistare il Falso Ignoto definito appunto “scemo del villaggio”, in quanto essendo candidato Sindaco ed essendo uomo non difficile da individuare.
    Sisler è diventato Senatore dopo anni di presenza al fianco della attuale seconda carica dello stato. I maligni dicono che ne fosse il factotum, più probabile il braccio destro. Cosa inconfutabile e’ che , durante la sua presenza a Cinisello come Amministratore di NordMilanoAmbiente, ci fosse molta sporcizia nelle strade cittadine, sporcizia culminata con l’invasione dei topi a Borgomisto.
    Certo che se, durante la presentazione di un candidato Sindaco,invece di parlare di programmazione e progetti positivi, si hanno queste cadute di stile cercando di denigrare i competitor politici, significa che il nervosismo del centrodestra è molto alto è che la sicurezza ostentata di vincere al primo turno è più che altro la paura di perdere al ballottaggio. Il senatore Sandro Sisler probabilmente avrà avuto il dente avvelenato e non ha trovato occasione migliore per vendicarsi del malcapitato.
    Rovinando clamorosamente, a mio umile giudizio, la presentazione/ conferenza stampa del Sindaco Uscente.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *