13 Aprile 2024

Il giornale di Cinisello Balsamo e Nord Milano

Sì della giunta a nuove residenze nell’area dell’ex Pirelli CF Gomma

Eppur qualcosa si muove. Sul fronte dell’urbanistica, dopo cinque anni di quasi assoluto silenzio, a due mesi dalle elezioni amministrative, la giunta ha approvato una proposta preliminare per la realizzazione di un nuovo quartiere residenziale sull’ex area industriale di quella che fu la CF Gomma di Cinisello Balsamo.

Un Piano di trasformazione che investe 43mila mq a vocazione prevalentemente produttiva e industriale che è stata sede di un importante stabilimento Pirelli, al confine con Monza. L’intero comparto era stato acquistato già molti anni fa del Consorzio Cooperativo Edilizio Cinisello Balsamo Co.CEC composto da Uniabita, La Nostra Casa e Armando Diaz, che ne aveva definito uno sviluppo residenziale.

Il progetto presentato prevede l’insediamento di un nuovo quartiere residenziale improntato sulla qualità dell’abitare, con la realizzazione di 8 edifici distribuiti su tre lotti in modo da creare diversi spazi aperti, caratterizzati da verde piantumato. Uno di questi edifici sarà dedicato all’Edilizia Residenziale Sociale.

L’area ha un potenziale valore strategico poiché si trova in prossimità di importanti infrastrutture: l’Autostrada A4, sul cui tunnel a protezione dei quartieri Crocetta e Balsamo è stata di recente inaugurata la nuova piazza pubblica sopraelevata; la Strada Statale 36 e la Strada provinciale 5 (viale Fulvio Testi), dove verrà realizzata la nuova passerella ciclopedonale e la rete di piste ciclabili (Biciplan), oltre al futuro prolungamento della Linea Lilla della Metropolitana (M5).  

Il piano comprende inoltre la realizzazione di un parco attrezzato di oltre 5mila mq, con connessioni ciclo-pedonali, una piazza pubblica di circa mille mq, un nuovo servizio per l’infanzia e un nuovo edificio da destinare a parcheggi che si svilupperà su tre piani (circa 120posti auto), oltre a quelli che verranno realizzati a raso sia di pertinenza che pubblici.

“Un progetto di riqualificazione importante che si colloca in un’area strategica. L’idea da cui ha preso le mosse è stata quella di promuovere l’interazione tra luoghi pubblici e privati, tra residenze e servizi, tra mobilità lenta e veloce, tra ambiente e sostenibilità”, ha dichiarato il sindaco Giacomo Ghilardi.

Redazione "La Città"

Articolo precedente

Chi osa sfidare Ghilardi? “Uno scemo del villaggio”

Articolo successivo

Il Terzo Polo corre da solo. Una donna candidata sindaca

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *