25 Maggio 2024

Il giornale di Cinisello Balsamo e Nord Milano

Fontana visita il Bassini. L’ospedale prepara la neuropsichiatria infantile

Il presidente lombardi Attilio Fontana ha visitato nella giornata di ieri l’ospedale Bassini di Cinisello Balsamo. L’occasione era l’avvio dei lavori del nuovo reparto di neuropsichiatria infantile. Con lui c’erano il sindaco Giacomo Ghilardi e la direttrice generale dell’ASST Nord Milano, Elisabetta Fabbrini.

“La strutturazione di posti letto per la neuropsichiatria infantile all’interno dell’Ospedale Bassini – ha commentato Fontana – connota questo presidio per la sua attenzione al contesto e vicinanza ai bisogni del territorio. Si tratta di un ambito sul quale Regione ha inteso investire 31 milioni di euro. Somme destinate, senza dubbio, all’aumento delle tariffe ma anche ad una revisione del modello assistenziale tra comunità terapeutiche, rete semiresidenziale e residenziale di infanzia e adolescenza”.

Il reparto di Neuropsichiatria infantile sarà collocato al 5° piano corpo F dell’Ospedale Bassini. Allo stesso piano, nell’adiacente corpo di fabbrica D, è presente il servizio di Day Hospital pediatrico e il servizio UONPIA. La finalità del progetto, nonché dell’intervento, consiste nell’adeguare l’attuale reparto di degenza, con interventi mirati e puntuali, tenendo conto delle esigenze dei futuri pazienti e delle patologie cui sono affetti. Il reparto ha una superficie di circa 900 mq ed ospiterà 10 posti letto, in camere singole, dotate di servizio igienico.

 “Negli ultimi anni – ha proseguito – abbiamo assistito ad una crescita drammatica dei bisogni di ragazzi, la cui salute e benessere psicofisici sono un investimento sul futuro. La neuropsichiatria è dunque un’area fondamentale su cui far convergere investimenti ed energie: intervenire precocemente sulla salute mentale è cruciale per evitare aggravamenti, problemi correlati di dipendenza da sostanze, cronicizzazioni”, ha aggiunto Fontana.

“Alla fine del 2020 – ha spiegato la direttrice generale dell’Ospedale Bassini, Elisabetta Fabbrini – nonostante il periodo pandemico, sono partiti i lavori ristrutturazione al 5° piano grazie anche alla presenza di un pronto soccorso pediatrico e di un reparto di Pediatria all’Ospedale di Sesto, che ha consentito di continuare ad offrire una risposta ai bisogni di salute dei piccoli pazienti del nostro territorio. Al Bassini sono rimasti sempre attivi gli ambulatori, il day hospital in particolare per i ragazzi con problemi alimentari e gli ambulatori di Neurospichiatria infantile”.

Redazione "La Città"

Articolo precedente

La tragedia di Cutro irrompe in scena. Le pièce sui migranti fa il pieno di applausi

Articolo successivo

Ghezzi vs Ghilardi, il derby che nasce in oratorio (San Luigi)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *