5 Giugno 2023

Il giornale di Cinisello Balsamo e Nord Milano

Arriva l’aiutino ai commercianti (a due mesi dal voto)

Sono 150mila gli euro a fondo perduto destinati alle attività commerciali e artigianali di Cinisello Balsamo. Nell’ambito del progetto regionale “Sviluppo dei Distretti del Commercio 2022-2024” di Regione Lombardia, il comune di Cinisello Balsamo promuove un bando, aperto dal 27 marzo al 30 giugno 2023, proprio in concomitanza, per una fortuita coincidenza, con il voto amministrativo di questa primavera.

L’obiettivo, assicurano dal comune, è sostenere e consolidare la ripresa dell’economia locale. Ma i fondi sono europei e non comunali. Tuttavia sono in molti a ritenere che 150mila euro stanziati su una città di oltre 75mila abitanti, con gravi problemi di tenuta del commercio di vicinato, sia una cifra incoraggiante ma ancora non sufficiente per un rilancio in piena regola.

Il bando si rivolge sia alle attività già presenti nel perimetro del Distretto Urbano del Commercio di Cinisello Balsamo, sia agli aspiranti imprenditori interessati ad investire nella stessa area. In particolare, sono invitate a partecipare le attività commerciali di vicinato o artigianali di vendita al dettaglio di beni, servizi, somministrazione di cibi e bevande, con vetrina su strada o situate al piano terreno degli edifici o all’interno delle corti.

Verrà riconosciuto il 50% della spesa ammissibile totale liberamente composta tra spese in conto capitale e di parte corrente per un massimo di 10mila euro per le nuove attività e 5mila euro per le attività esistenti. I contributi possono essere spesi per lavori di ristrutturazione e ammodernamento dei locali, installazione di nuovi impianti o rinnovamento, arredi, acquisto di attrezzature e software, ma anche consulenze, formazione, eventi, comunicazione e pubblicità. Sono ammissibili anche le spese già sostenute a partire dal 28 marzo 2022.

“Con questo strumento intendiamo rilanciare l’impegno dell’amministrazione comunale a sostegno del commercio locale, a cui riconosciamo un ruolo chiave per la riqualificazione urbana e la vitalità del territorio. Mettiamo a disposizione un aiuto concreto per andare incontro alle diverse esigenze, non solo di realtà già presenti nell’area del DUC, ma anche di quelle che progettano l’avvio di una nuova attività. Confidiamo davvero che questa opportunità venga colta appieno, perché la valorizzazione dei nostri commercianti e artigiani ha una funzione strategica in un’ottica di maggiore competitività degli esercizi di vicinato e di un’offerta integrata nel Distretto”, sono le parole del vicesindaco Giuseppe Berlino, con delega al Commercio e alle Attività produttive.

Redazione "La Città"

Articolo precedente

Ghezzi vs Ghilardi, il derby che nasce in oratorio (San Luigi)

Articolo successivo

Elezioni comunali, tempo di bonus. La giunta premia (col denaro) le paritarie

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *